Sunrise UPC riceve un look completamente nuovo da Thjnk e Rufus Leonard

La società di telecomunicazioni Sunrise UPC continua a procedere con la sua integrazione. Sunrise diventa il marchio principale del gruppo - con un nuovo look, creato dalle agenzie Thjnk e Rufus Leonard. Il marchio UPC è "sepolto".

Rufus Leonard
Il nuovo key visual con il logo "Aurora".

La fusione tra Sunrise e UPC, avvenuta alla fine del 2020, è stato il matrimonio dell'elefante nel settore delle telecomunicazioni svizzero. A quel punto, Liberty Global - la società madre di UPC - ha rilevato Sunrise. Tuttavia, la nuova società Sunrise UPC si concentrerà nuovamente e principalmente sul marchio Sunrise a partire dal 23 maggio 2022.

Addio al marchio UPC

I clienti UPC esistenti continueranno a ricevere i loro prodotti e servizi con il marchio UPC. Passo dopo passo, tuttavia, anche questi clienti saranno migrati ai nuovi prodotti Sunrise, ha spiegato la direzione. Il marchio UPC scomparirà quindi a lungo termine e non sarà più portato avanti Almeno per il momento, tuttavia, l'azienda continuerà a chiamarsi non solo Sunrise, ma ancora Sunrise UPC. "Se questo dovesse cambiare, vi informeremo a tempo debito", ha dichiarato il CEO Krause.

Il nuovo design del marchio Thjnk

Concentrandosi su Sunrise, il gruppo di telecomunicazioni sta anche lanciando un riposizionamento che comprende un nuovo design del marchio, con un nuovo simbolo e nuovi valori, a partire da lunedì. Thjnk Zurich è responsabile della comunicazione del marchio. L'agenzia è riuscita a prevalere sulla concorrenza in un pitch a più fasi. La nuova identità del marchio è stata sviluppata dall'agenzia londinese di design e tecnologia Rufus Leonard.

Nuovo claim "Sogna in grande. Fai le cose in grande".

Sunrise vuole essere più di un fornitore di telecomunicazioni: il marchio deve ispirare e incoraggiare le persone a realizzare i propri sogni. Perché con l'energia positiva e le soluzioni in rete, tutto è possibile. Questo è anche il claim del nuovo marchio con la scritta "Dream big. Anche "Fai le cose in grande" vuole trasmettere questo concetto.

Questo atteggiamento si riflette nella campagna funnel multicanale su tutti i mezzi pubblicitari. Un film manifesto di 60 secondi che celebra deliberatamente gli alti e bassi della vita. E mostra le persone che si attengono al loro sogno e al loro grande piano, anche quando c'è un vento contrario. Le persone positive, che vanno avanti e non si arrendono mai, sono quelle che portano con sé l'atteggiamento di Sunrise. La star dello sci Marco Odermatt e l'icona del tennis Roger Federer sono tra questi. Il film è accompagnato musicalmente da una cover della canzone dei Police "Every little thing she does is magic", interpretata dagli Sleeping at last.

Appeal esterno e interno

Il nuovo claim del marchio e i messaggi di invito non sono rivolti solo ai clienti Sunrise, ma anche esplicitamente a tutti i dipendenti. "Soprattutto dopo una fusione di tale portata, è importante che tutti i dipendenti possano basarsi su una visione e una missione comuni", afferma Andreas Caluori, Senior Director Brand & Marcoms di Sunrise.

Rebranding da Londra

La pluripremiata agenzia di design e tecnologia Rufus Leonard di Londra ha creato una riprogettazione completa per il nuovo posizionamento. Questo include una nuova identità del marchio, il nuovo logo animato, l'"Aurora" che assomiglia a un'alba ed è sempre posizionata su una linea d'orizzonte, la definizione dell'immagine, i principi di co-branding, le linee guida del marchio, il concetto di POS e le icone.

Il marchio UPC è sepolto

I clienti UPC esistenti continueranno a ricevere i loro prodotti e servizi con il marchio UPC. Passo dopo passo, tuttavia, anche questi clienti saranno migrati ai nuovi prodotti Sunrise, ha spiegato la direzione. Il marchio UPC scomparirà quindi a lungo termine e non sarà più portato avanti.

Tuttavia, almeno per il momento, l'azienda continuerà a chiamarsi non solo Sunrise, ma ancora Sunrise UPC. "Se questo dovesse cambiare, vi informeremo a tempo debito", ha dichiarato il CEO Krause.

"Stiamo raggiungendo la pietra miliare più importante nell'integrazione di Sunrise UPC", ha dichiarato il CEO André Krause nel comunicato sulle innovazioni. In conferenza stampa ha aggiunto: "Negli ultimi anni ci siamo allenati duramente e abbiamo messo su muscoli". Ora siamo pronti per il futuro.

Nuova famiglia in abbonamento Up

Con il nome di "Sunrise Up", Sunrise UPC lancia anche i primi abbonamenti integrati che si basano sul marchio Sunrise. Il principio è semplice: se i clienti combinano telefonia mobile, Internet e TV, ricevono ulteriori sconti. A seconda della scelta, il loro importo varia da 20 a 100 franchi al mese.

Moneyland: "Sunrise è ancora più cara di Swisscom".

Tuttavia, le persone che attualmente utilizzano gli abbonamenti di telefonia mobile più costosi di Sunrise beneficiano in particolare dei nuovi prezzi: "Up Mobile L" e "Up Mobile XL" costano ora entrambi 11 franchi in meno al mese rispetto a prima, secondo il servizio di confronto Moneyland.

Il confronto dei prezzi con il leader del settore Swisscom effettuato da Moneyland mostra che Sunrise è leggermente più conveniente in ogni caso con i nuovi abbonamenti di telefonia mobile. "Finora Sunrise e Swisscom avevano praticamente lo stesso prezzo", spiega Ralf Beyeler, esperto di telecomunicazioni di Moneyland.

Nel complesso, conclude il servizio di confronto, Sunrise rimane costosa per i clienti rispetto ad altri fornitori. "Sunrise è più conveniente di prima, ma resta uno dei provider più costosi", si legge nello specifico.

Partnership con Netflix

Nel frattempo, Sunrise ha avviato una partnership con il provider di streaming Netflix. Ciò significa che i clienti ricevono l'offerta di film e serie del provider statunitense in una tariffa combinata con le offerte più costose, non è più necessario un abbonamento separato. Inoltre, è noto che Sunrise UPC sta collaborando con CH Media per lo streaming. Il servizio di streaming svizzero Oneplus della media company argoviese è incluso nella sua edizione Sunrise nella maggior parte degli abbonamenti TV.

Posizionamento nel segmento di prezzo superiore

Tra l'altro, con "Sunrise Up" il gruppo vuole chiaramente posizionarsi nel segmento di prezzo più alto e quindi competere con il leader Swisscom. I clienti più sensibili al prezzo, invece, devono essere raggiunti con il marchio Yallo.

Di recente è stato ampliato fino a diventare un fornitore di telecomunicazioni a tutti gli effetti, con TV, telefonia mobile e Internet. La loro offerta si rivolge quindi principalmente al marchio low-cost Wingo di Swisscom o ai prodotti di Salt. (sda/csi)


Responsabile al Sunrise UPC: Andreas Caluori (Senior Director Brand Development and Consumer Marketing), Anna Leutar (Head of ATL & Brand Campaigning), Andreas Jäggi (Marketing Manager), Graziella Gut (Brand Manager). Responsabile alla Thjnk di Zurigo: Alexander Jaggy, Pablo Schencke (creazione GF), Lukas Amgwerd, Anna-Fiona Geller, Johannes Gorsboth (testo), Lukas Frischknecht, Mieke Haase, Alexander Müsgens, Fabian Esslinger, Silvia Meierhofer, Raymi Mendoza, Leorah Uhricek, Jozy Jeanguenin, Stefan Kaetz, Felix Hackmann (direzione artistica), Gordon Nemitz (GF Strategy) Fabienne Peyer (Strategy), Andrea Bison (GF Consulting) Claudia Ziltener, Michaela Bossard, Cornelia Nünlist, Jennifer Vogel, Linda Zaugg, Marcella Corti, Jochen Hennecke (Consulting) Thomas Nabbefeld, Axel Doepner, Laura Früchtenicht (FFF), Marc Seibert, Guido Block (Thjnk 24/7). Partner esterni: Film: Storie con William Armstrong (Regista), Cezary Zacherewicz (Direttore della fotografia), Michèle Seligmann (Produttore esecutivo), Jürgen Krause (Produttore), Karina Kirschner (Produttore di linea), Edoardo Moruzzi (Responsabile della postproduzione), Peter Scherz delighted gmbh (Dipartimento artistico CH), Birdviewpicture GmbH (drone), Ester de Udaeta (produttrice Spagna occidentale), Iain Whitewright (montatore), Paul Yacono The Mill, Los Angeles (color grading), Denis Kretz (VFX), Jingle Jungle Tonstudios (Sound Design Manifestofilm / Audiopostproduction). Fotografia: David Daub (Wildfoxrunning e Lina Baumann), Tina Luther (Ströver). Agenzia di branding responsabile: Rufus Leonard (Neil Svensen, Carlo D'Alanno, Natalie Bennett, Rita Branco, Philippa Todhunter, Richard Warren, Carolyn Cox, Barbora Breckova) Agenzie di comunicazione responsabili: Mediatonic: Marco Rose, David Hoesli, Cédric Zwicky. Sir Mary: Kevin Schälchlin (Consulente Media), Marion Nicolaus (Responsabile Media Operations & Intelligence), Eticus Rozas (AdTech & Data Manager), Fabian Habisreutinger (Strategy Director Media). Attuazione: RTK

(Visitato 1.378 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento