Camille Bloch è stata vittima di un pirata del marchio cinese

Il produttore ragusano Camille Bloch ha dovuto lottare per il suo marchio più noto in Cina. Secondo la Handelszeitung, un pirata del marchio ha fatto proteggere la barretta di cioccolato a suo nome.

Il marchio di cioccolato Camille Bloch è caduto vittima di un pirata del marchio dalla Cina. (Immagine simbolo: Unsplash)

La società svizzera ha intrapreso un'azione legale per ottenere i diritti backheisses. "Per fortuna abbiamo un buon avvocato di marchi che ci ha consigliato", dice Camille Bloch patron Daniel Bloch in un'intervista con il Handelszeitung. Al momento, tuttavia, Camille Bloch non è attiva in Cina. "Il momento giusto non è ancora arrivato", dice l'imprenditore.

Dal 2020, Camille Bloch vende noci ricoperte di cioccolato con il marchio "So Nuts". La campagna per questo è stata fornita da Serviceplan Suisse (Werbewoche.ch riportato). Secondo Daniel Bloch, il nuovo marchio ha il potenziale per diventare il terzo pilastro accanto alle note barrette di cioccolato Ragusa e Torino. Il quarto produttore svizzero di cioccolato di marca ha perso il 10 per cento del suo fatturato l'anno scorso. Quest'anno, Camille Bloch ha recuperato alcune delle vendite perse. L'azienda ha una quota di mercato in Svizzera del 5%. "Abbiamo successo sulla strada", ha detto Bloch al Handelszeitung.

(Visitato 448 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento