I giovani imprenditori tedeschi si affidano agli strumenti digitali del fai-da-te

Un sondaggio condotto da GoDaddy in Germania sottolinea la mentalità orientata all'implementazione della Gen Z: il 59% dei proprietari di piccole imprese di questo gruppo di età ha creato il proprio sito web in modo indipendente, un numero significativamente superiore a quello degli imprenditori della generazione X o dei milennials.

(Immagine simbolo: Unsplash.com)

L'indagine dimostra che tutti gli imprenditori, indipendentemente dall'età, sono consapevoli dell'impatto di un sito web ben progettato sulla loro attività. Infatti, il 79% degli intervistati concorda sul fatto che il proprio sito web abbia un impatto positivo sulle vendite. Analogamente, 38% concordano con l'affermazione che il sito web aziendale funge da catalizzatore per le vendite su altri canali. Inoltre, 43% degli intervistati sottolineano che il loro sito web dà loro accesso a nuovi gruppi target.

Per quanto riguarda l'utilizzo degli strumenti di marketing, la generazione Z in particolare mostra una chiara affinità con i temi della tecnologia e dell'automazione: 79% degli intervistati di questa fascia d'età utilizzano strumenti di automazione per il loro marketing, rispetto a 63% dei Millennials e addirittura solo 40% della generazione X.

Investire nel social media marketing

In termini di attività di marketing, più della metà (54%) degli intervistati intende investire nella pubblicità sui social media, mentre 49% degli intervistati dà la priorità al passaggio al responsive web design. Altri 47% stanno pianificando un'ottimizzazione SEO per aumentare la loro visibilità online.

"L'indagine dimostra che i giovani imprenditori tedeschi hanno un grande desiderio di partecipare alla creazione e alla crescita della propria azienda", riassume Alexandra Anderson, direttore marketing di GoDaddy Germania.


Il sondaggio "Osservatorio dei dati GoDaddy del provider di siti web e domini GoDaddy è stato condotto nel marzo 2023 da Advanis in Brasile, Colombia, Germania, India, Messico, Filippine, Singapore, Spagna, Tailandia e Stati Uniti. Gli intervistati erano proprietari di piccole imprese con un massimo di 50 dipendenti. Per lo studio sono stati intervistati in totale 4.682 imprenditori, di cui 480 in Germania.

Altri articoli sull'argomento