Corona crea il boom dei viaggi in auto

Andare in vacanza in auto è una tendenza dovuta alla corona: quasi una persona su cinque ha usato la propria auto esclusivamente per le vacanze tra l'estate 2020 e 2021. E un altro 25 per cento è andato in vacanza quasi esclusivamente con il proprio veicolo.

Il gruppo di vacanzieri che viaggiano solo in auto è più che raddoppiato in un anno, secondo uno studio di Allianz Partners pubblicato martedì. L'automobile ha così esteso ulteriormente il suo vantaggio sugli altri mezzi di trasporto.

Meno viaggi in aereo

Allo stesso tempo, la rinuncia al viaggio aereo è continuata, come gli autori dello studio hanno ulteriormente scoperto. Due terzi degli intervistati non sono saliti su un solo aereo negli ultimi 12 mesi.

Ciò significa che l'astinenza dal volo è triplicata rispetto al periodo pre-crisi: quando il sondaggio è stato condotto nel 2019, meno di un quarto dei partecipanti allo studio si era completamente astenuto dai viaggi aerei nei 12 mesi precedenti lo studio.

"Il desiderio di viaggiare è fondamentalmente ancora lì", ha detto Olaf Nink di Allianz Partners ai media alla presentazione dello studio. Tuttavia, le destinazioni di viaggio che sono vicine sono scelte più spesso.

Questo fenomeno si riflette anche in un sondaggio condotto dall'Associazione svizzera dei viaggiatori (SRV) tra i suoi membri: Mentre le agenzie di viaggio generaliste dovrebbero già raggiungere quest'anno tra il 40 e il 50 per cento del loro fatturato pre-crisi, le cose continuano a sembrare tristi per gli specialisti.

"Le agenzie di viaggio specializzate in viaggi a lungo raggio dovrebbero raggiungere solo circa il 10-25% delle vendite pre-crisi per tutto l'anno", ha detto Max Katz, direttore generale di SRV.

Le condizioni di cancellazione diventano uno strumento di marketing

Secondo Nink di Allianz Partners, anche le priorità dei viaggiatori sono cambiate al momento della prenotazione: In passato, le condizioni di cancellazione erano spesso ignorate, ma sono diventate molto più importanti a causa della pandemia.

Perché oggi è un punto di vendita se un'agenzia di viaggi offre buone condizioni di cancellazione: "Si stanno spostando nel mirino dei tour operator e stanno addirittura diventando uno strumento di marketing", ha spiegato l'esperto. (SDA)


1042 interviste sono state condotte come parte dello studio.

(Visitato 118 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento