La Fondazione Hans Ringier premia il primo ministro estone Kaja Kallas

Il Premio europeo per la cultura politica della Fondazione Hans Ringier sarà assegnato nel 2022 al primo ministro estone Kaja Kallas. Secondo il presidente della Fondazione Frank A. Meyer, si tratta di una grande personalità della cultura europea della libertà.

Ignazio Cassis, Presidente della Confederazione Svizzera, Frank A. Meyer, Presidente della Fondazione Hans Ringier, Kaja Kallas, Primo Ministro dell'Estonia, Arvo Hallik, marito di Kaja Kallas. Ritratto dell'artista Tania Jacobi.

Kaja Kallas ha ricevuto il "Premio Europa per la cultura politica" dalla Fondazione Hans Ringier sabato 6 agosto 2022, ad Ascona.

"Kaja Kallas è una donna coraggiosa, ma non solo: il primo ministro estone rappresenta il coraggio di un piccolo Paese in tempi pericolosi. L'autrice invoca una resistenza decisa da parte dell'Occidente contro la guerra criminale di Putin: i negoziati con il dittatore dovrebbero essere rinunciati "finché l'Ucraina non sarà libera". Kaja Kallas parla a nome di un Paese grande poco più della Svizzera che, in quanto vicino immediato della Russia, è particolarmente esposto all'aggressività del Cremlino e ha alle spalle 50 anni di violenta repressione da parte del regime di Mosca. La statista e i suoi 1,3 milioni di abitanti dell'Estonia si trovano, se così si può dire, in prima linea per la libertà del mondo occidentale", commenta il presidente della Fondazione Hans Ringier Frank A. Meyer sulla scelta del vincitore di quest'anno.

Ignazio Cassis, Presidente della Confederazione Svizzera, ha reso omaggio alla vincitrice nella sua lode: "Affrontando chiaramente l'ingiustizia laddove si verifica, parlando chiaramente quando i diritti umani sono violati, lei è diventata una figura europea di peso. Per un anno e mezzo come Primo Ministro, lei ha difeso i nostri valori occidentali, i nostri valori comuni. In una democrazia, si tratta anche di mantenere viva la verità. Se vogliamo farlo, bisogna avere il coraggio di smascherare la falsità".

La premiazione è avvenuta durante il tradizionale "Dîner Républicain", che si tiene ogni anno su invito di Frank A. Meyer presso l'hotel "Castello del Sole" di Ascona.

Il Premio Europa da 50.000 euro viene assegnato per la sedicesima volta e in passato è stato assegnato a Jean-Claude Juncker, Boris Tadić, Jürgen Habermas, Pascal Lamy, Jean-Claude Trichet, Hans-Dietrich Genscher, Donald Tusk, Wolfgang Schäuble, Heinrich August Winkler, Mario Draghi, Frank-Walter Steinmeier, Margrethe Vestager, Sir Christopher Munro Clark, Zuzana Čaputová e Peter Sloterdijk.

In alto da sinistra a destra: Marco Solari - Presidente del Festival del Film di Locarno, Franziska Hoppermann - Membro del Bundestag tedesco, Ebbe Herfs-Röttgen - Moglie di Norbert Röttgen, Paola Rodoni-Cassis - Moglie di Ignazio Cassis, Ignazio Cassis - Presidente della Confederazione Svizzera, Norbert Röttgen - Membro del Bundestag tedesco, Wolfgang Schmidt - Capo della Cancelleria Federale Svizzera, Norbert Röttgen - membro del Bundestag tedesco, Wolfgang Schmidt - capo della Cancelleria federale, Philippa Sigl-Glöckner - compagna di Wolfgang Schmidt, economista e direttrice del think tank berlinese Dezernat Zukunft, Norbert Hoppermann - marito di Franziska Hoppermann. In basso, da sinistra a destra: Franca Lindner - moglie di Christian Lindner, Frank A. Meyer, Kaja Kallas - Primo Ministro dell'Estonia, Arvo Hallik - marito di Kaja Kallas, Lilith Frey - hostess, Christian Lindner - Ministro delle Finanze tedesco.
(Visitato 350 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento