Nominato per "Pubblicitario dell'anno" 2018: Pascal Deville

Pascal Deville ha fondato Freundliche Grüsse insieme a Samuel Textor. In pochissimo tempo, l'agenzia è passata dall'essere la punta segreta di un nuovo arrivato a un attore affermato nel panorama delle agenzie svizzere.

2014_fczfrauen_begleitmaenner-t
wdj-trenner

I due direttori creativi Deville e Textor hanno fondato l'agenzia solo nel 2014 e dirigono Freundliche Grüsse Zürich insieme al partner Patrick Biner, entrato nel 2015. La filiale di Berlino è gestita dal quarto partner, Res Matthys.

La giovane agenzia ha rapidamente attirato l'attenzione: nel 2016, ad esempio, è stata nominata Agenzia esordiente dell'anno nel mondo di lingua tedesca dal "Jahr der Werbung" (Anno della pubblicità) di Berlino - per la campagna SP "Mit Links gegen Rechts" (Con la sinistra contro la destra). L'accorciatore di URL ha fornito link con un messaggio contro l'iniziativa di applicazione.

L'idea creativa è sempre al centro delle campagne. Per esempio, l'agenzia ha fatto entrare le donne del FCZ nella partita di Champions League con gli uomini invece che con i bambini e ha fatto scalpore ed entusiasmo fuori dalla Svizzera con questa campagna.

Nel gennaio 2018, altre due pietre miliari nella giovane ma veloce storia dell'agenzia: da un lato, Freundliche Grüsse è stata accettata nell'associazione Leading Swiss Agencies (LSA), rendendola una delle agenzie leader in Svizzera anche sulla carta. D'altra parte, l'agenzia creativa di Zurigo è entrata per la prima volta nella top five della classifica creativa - un anno dopo la sua prima apparizione nella lista dei primi dieci. Questo è stato reso possibile dai riconoscimenti in alcuni dei premi più prestigiosi del mondo della pubblicità internazionale.

fg-logo-wdj

Solo l'inizio di un lungo viaggio, questo è sicuro per Pascal Deville: "Ora siamo diventati visibili per il momento. Ora stiamo iniziando a pensare a cosa vogliamo fare con questa visibilità. La direzione di marcia è chiara. "In tutti i settori, c'è il 90 per cento che fa semplicemente il suo lavoro. E poi c'è l'altro 10 per cento che vuole semplicemente di più", dice Deville - e non lascia dubbi su quale gruppo lui e i suoi partner d'agenzia appartengono.

Appoggiarsi al cerchio del consolidato non è in discussione: "Se ora cominciamo a ripetere quello che abbiamo imparato invece di cominciare ogni mattina con la risoluzione 'Vogliamo ottenere qualcosa con la nostra pubblicità', allora lo sforzo di fondare un'agenzia non è valso la pena!" (hae)

wdj-trenner

I veri chef cucinano con l'acciaio: Freundliche Grüsse ha lanciato due nuove linee di prodotti per Franke e ha messo in scena il megatrend come un time-out analogico e arcaico in una vita quotidiana sempre più digitale.

Per UBS, l'agenzia di Zurigo ha sviluppato diverse misure di comunicazione intorno all'app della Spengler Cup.

La campagna "Return-to-Sender" per Public Eye non solo ha portato a Freundliche Grüsse diversi premi internazionali di grande valore, ma ha anche provocato cambiamenti di valore di confine e divieti europei in Africa.

Una pietra miliare nella storia della giovane agenzia: con la campagna in cui gli uomini potevano candidarsi per essere "bambini di rodaggio" per la squadra femminile del FCZ, l'agenzia ha attirato l'attenzione anche al di fuori del settore pubblicitario su larga scala.

wdj-trenner

Qual è stato il suo primo pensiero quando ha saputo della nomina a pubblicitario dell'anno?

Il sorriso permanente sotto shock probabilmente riassume meglio la situazione. Tuttavia, interpreto la nomination meno come un complimento alla mia sola performance che come un riconoscimento della direzione creativa di Freundliche Grüsse.

In generale: cosa significa per te la pubblicità?

La pubblicità può fare tutto: vendere spaghetti e aiutare i presidenti ad essere eletti. Io credo in questo, e anche noi perseguiamo questa rivendicazione come agenzia esplorando costantemente i confini in modo nuovo: sia che questo porti a un impegno sociale, a un progetto artistico o a un progetto giornalistico.

Guardando indietro al 2017: qual è stato il tuo highlight personale dell'anno pubblicitario?

"Fearless Girl" di McCann New York. La campagna è arrivata al momento giusto e nella giusta attuazione formale. Un'idea che avrei voluto avere anch'io.

Nomina una "campagna chiave" che ha avuto un'influenza decisiva sulla tua carriera personale.

La campagna di accompagnamento delle donne del FCZ, in cui facciamo entrare gli uomini invece dei bambini nello stadio con i giocatori. La campagna ha segnato l'inizio del Freundliche Grüsse e ha ricevuto molti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale - ma le mie due figlie Emilie (10 anni) e Lilette (7 anni) sono ancora quelle che amano di più.

Chi ti ha influenzato di più a livello professionale?

Sicuramente i miei due direttori creativi dell'epoca, Christian Erni e Roger Rüegger alla Futurecom e alla Wunderman. Mi hanno principalmente lasciato fare quello che volevo fare, ma mi hanno anche incoraggiato dove potevano - e alla fine mi hanno messo in un ufficio comune con il co-fondatore dell'agenzia Samuel Textor. Grazie per questo!

Qual è stata la decisione più difficile della sua carriera finora?

Per mettere i miei soldi sulla carta del lavoro autonomo, senza rete o doppio fondo. Non me ne sono pentito fino ad oggi, ma non vorrei doverlo fare una seconda volta.

Dove lavoreresti se non nell'industria della pubblicità?

Probabilmente sarei un architetto. La mia seconda passione e prima educazione.

Quali tre parole useresti per descriverti?

Autodidatta. Capo. Molto interessato.

Ti viene dato un giorno di riposo domani: come lo organizzi?

Uscire la mattina presto e salire al lago Seelisberg, il più bel lago di montagna della Svizzera centrale, con tutta la famiglia. L'atmosfera serale lì è magica.

Quale superpotere sceglieresti se potessi scegliere?

Giocare a calcio. Sono incredibilmente cattivo in questo.

wdj-trenner

Tutte le informazioni sulle elezioni qui.

Editoriale sulle elezioni qui.

Altri articoli sull'argomento