Swisscom vuole diventare il numero due in Italia

Swisscom sta pianificando una grande acquisizione in Italia. Il gruppo svizzero di telecomunicazioni vuole acquistare l'operatore di telefonia mobile Vodafone Italia per 8 miliardi di euro e fonderlo con la propria filiale milanese di banda larga Fastweb. In questo modo l'attività italiana contribuirebbe in futuro a quasi la metà del fatturato di Swisscom.

Swisscom

L'indiscrezione circola sui media da dicembre e ora Swisscom la rende ufficiale: secondo un comunicato di mercoledì, è in trattative esclusive per un possibile acquisto di Vodafone Italia. Secondo il comunicato, è prevista un'acquisizione del 100% delle azioni di Vodafone Italia in contanti.

In questo modo si creerebbe il secondo operatore di telecomunicazioni in Italia, dopo il leader del settore TIM, e un enorme datore di lavoro: Vodafone Italia impiegava circa 5.700 persone a marzo dello scorso anno, Fastweb ben 3.000 entro la fine del 2023.

7 miliardi di euro di vendite congiunte

Si tratterebbe di un cambiamento "trasformativo" per Swisscom, secondo le prime valutazioni degli analisti. La filiale di Swisscom Fastweb ha contribuito per 2,6 miliardi di franchi svizzeri nell'ultimo esercizio, poco meno di un quarto del fatturato totale di Swisscom, che supera di poco gli 11 miliardi di franchi. Vodafone Italia, invece, ha recentemente raggiunto un fatturato di poco inferiore ai 4,4 miliardi di euro. La società combinata dovrebbe quindi raggiungere un fatturato di poco inferiore ai 7 miliardi di franchi svizzeri.

Con 8,1 miliardi, le attività svizzere di Swisscom hanno recentemente rappresentato quasi i tre quarti del fatturato totale. Se questa attività fosse ora compensata dal fatturato italiano, pari a 7 miliardi, la quota si sposterebbe fortemente verso la metà e la metà, vale a dire che l'attività svizzera rappresenterebbe poco più del 50% del fatturato e quella italiana poco meno del 50%. Swisscom si trasformerebbe quindi da un gruppo prevalentemente svizzero in un gruppo italo-svizzero.

Aggiunta importante

Swisscom ha rilevato Fastweb nel 2007. Il gruppo svizzero di telecomunicazioni sperava che ciò avrebbe fornito opportunità di crescita, poiché il mercato svizzero era già molto saturo all'epoca. Tuttavia, fin dall'inizio Fastweb offriva solo banda larga e doveva acquistare la telefonia mobile. Con l'acquisizione di Vodafone, la situazione è destinata a cambiare.

Secondo il comunicato stampa, Fastweb e Vodafone Italia si completerebbero a vicenda. Fastweb è forte nella rete fissa, mentre Vodafone è forte nella telefonia mobile. Swisscom prevede che l'acquisizione porterà "economie di scala, strutture di costo più efficienti e un notevole potenziale di sinergia". La fusione darà inoltre a Swisscom la possibilità di offrire pacchetti di pacchetti per la rete a banda larga e la telefonia mobile in Italia. Con tali offerte, l'azienda svizzera sarà in grado di aumentare la fedeltà dei clienti.

Secondo il comunicato stampa, le sovrapposizioni tra le due società sono minime. Swisscom ha inoltre sottolineato che tale acquisizione avrebbe un impatto positivo sul dividendo e sul flusso di cassa di Swisscom.

Tuttavia, l'accordo non è ancora stato finalizzato. Non è ancora chiaro se la transazione si concretizzerà. Tuttavia, le trattative sono in fase avanzata. Secondo fonti ben informate, l'acquisizione è prevista per quest'anno.

Vodafone parla di "migliore combinazione"

Vodafone vuole vendere le sue attività italiane da un po' di tempo. Secondo un comunicato stampa di Vodafone di dicembre, l'azienda sostiene "il consolidamento del mercato nei Paesi in cui l'azienda non ottiene un adeguato ritorno sul capitale investito". Secondo il Gruppo, questo vale anche per l'Italia, motivo per cui le attività in quel Paese devono essere vendute o fuse. Tuttavia, la costituzione di una joint venture con il concorrente francese Iliad in Italia è recentemente fallita a causa di aspettative di prezzo diverse.

La casa madre britannica di Vodafone Italia è tornata a parlare e ha confermato i colloqui con Swisscom. Secondo il comunicato stampa, "questa potenziale transazione rappresenta la migliore combinazione di creazione di valore, ricavi immediati e sicurezza della transazione".

Nessun entusiasmo sul mercato azionario

Per il momento, l'annuncio non ha scatenato alcuna tempesta di entusiasmo in borsa. Le azioni di Swisscom sono scese dello 0,4% a 508,20 franchi svizzeri poco meno di un'ora dopo l'inizio delle contrattazioni, mentre il mercato nel suo complesso è salito dello 0,5%.

Secondo un commento di Bank Vontobel, la fusione con Vodafone Italia offre un notevole potenziale di sinergia dei costi e dovrebbe favorire una scossa del mercato nel medio termine. Tuttavia, è improbabile che l'acquisizione abbia un impatto positivo sulla politica dei dividendi di Swisscom nel breve termine "in considerazione dell'onere del debito e degli sforzi di integrazione". (SDA)

Altri articoli sull'argomento