Publicis e Swiss celebrano il valore del viaggio

Con la sua nuova piattaforma e le sue immagini, Swiss International Airlines si concentra sulle ragioni personali per viaggiare - e molta ispirazione. L'agenzia zurighese Publicis è responsabile della realizzazione.

Publicis und Swiss zelebrieren den Wert des ReisensLa pandemia di Corona ha mostrato a molte persone il vero valore del viaggio. Ma solo chi viaggia davvero ne ricava qualcosa, è il messaggio principale della nuova piattaforma di comunicazione di Swiss "Travelling is what you make of it", che è già stata lanciata alla fine di ottobre.

Da un lato, Swiss vuole portare in primo piano l'ispirazione di viaggio e soprattutto il "perché" del viaggio. D'altra parte, si tratta anche specificamente del fatto che viaggiare oggi è più personale che mai, come spiega Stefan Vasic, Head of Marketing di Swiss: "Vogliamo mostrare di nuovo ai nostri ospiti il vero valore del viaggio. E questo valore del viaggio è individuale come i propri valori. Soprattutto nei momenti difficili, le persone dovrebbero sapere che la Svizzera le sostiene in questo".

Nuovo mondo visivo per portare vicinanza ed emozioni

Quando si viaggia, spesso non sono le grandi esperienze e le escursioni pianificate a portare la gioia più grande, ma le piccole istantanee mentali di momenti fugaci che si portano a casa, spiega Cornelia Späth, Head of Marketing Communication Campaigns di Swiss: "Le nuove immagini riflettono questo e sono vicine alle persone - sia sotto forma di ritratti che come piccoli scorci di esperienze quotidiane durante il viaggio: piedi nella sabbia, giocare sulla spiaggia, passeggiare in città mentre si fa shopping, gustare un gelato. Siamo stati in grado di catturare questi momenti in modo spontaneo ed emotivo".

Catturare questi momenti è stata anche una delle maggiori sfide per la produzione. Tutto il materiale delle immagini in movimento è stato quindi girato in analogico, spiega Priska Meyer, Senior Art Director di Publicis: "Insieme al direttore della fotografia Matthew J. Smith e alla fotografa Laura Coulson, abbiamo deciso di girare con la telecamera svizzera di culto Bolex H16 perché ci ha permesso di essere molto flessibili e veloci - documentari e con la minor distanza possibile tra Laura e i protagonisti. I risultati sono istantanee altrettanto intime. Inoltre, la grana e i colori speciali del materiale cinematografico ci hanno aiutato a creare il nostro look autentico e intimo.

Le prime misure della nuova piattaforma si sono già viste in novembre in Svizzera e all'estero. Altre saranno lanciate nei prossimi mesi.


Responsabile in Svizzera: Stefan Vasic (responsabile del marketing), Cornelia Späth (responsabile delle campagne di comunicazione di marketing), Roman Glauser, Kim Vetter (project manager delle campagne di comunicazione), Nadja Griehl (responsabile dei social media). Responsabile presso Publicis Zurich: David Lübke (Direttore Creativo), Priska Meyer (Senior Art Director), Anatole Comte (Art Director), Desiree Stocker (Junior Copywriter), Jonas Koutrios, Yoel Inderbitzin, (Graphic Designer), Gvozden Milosevic (Graphic Apprentice), Sandro Looser (Client Service Director), Adrianna von Moos (Account Director). Produzione pubblicitaria e montaggio di immagini: Prodigioso. Foto/film: Studio Voile LLC (Produzione), Lina Baumann (Produttore), Laura Coulson (Fotografia), Matthew J. Smith (Fotografia).

Altri articoli sull'argomento