Christa Rigozzi dichiara guerra alle zanzare

Alle nostre latitudini le zanzare sono soprattutto un fastidio. Ma in molte parti del mondo possono essere letali in quanto portatrici di malattie infettive. Ad esempio, ogni 2 minuti un bambino muore di malaria. L'ambasciatrice del Gruppo svizzero contro la malaria, Christa Rigozzi, si impegna a fondo affinché nessun bambino muoia per le conseguenze di una puntura di zanzara.

In occasione della Giornata mondiale della zanzara, che si celebra venerdì, Christa Rigozzi richiama l'attenzione sui risultati e sul potenziale della Svizzera nella lotta contro la malaria nel nuovo cortometraggio dello Swiss Malaria Group, realizzato dal regista e cineasta Simon Ramseier.

La Svizzera e la comunità internazionale combattono con successo la diffusione della malaria da decenni.

Negli ultimi 20 anni, 7,6 milioni di persone sono state salvate dalla morte per malaria e oltre 1,5 miliardi di casi di malaria sono stati prevenuti. Inoltre, negli ultimi 20 anni, oltre 40 Paesi e regioni sono stati certificati liberi dalla malaria dall'OMS. L'ultimo La Cina potrebbe annunciare la vittoria sulla malattia infettiva trasmessa dalle zanzare nel giugno 2021.

L'impegno principale della Svizzera

La Svizzera ha una lunga storia di impegno contro la malaria. Il Paese dispone di importanti risorse per porre fine a una delle malattie più antiche e letali dell'umanità. Ad esempio, i membri dello Swiss Malaria Group conducono da decenni ricerche sulla malaria, sviluppano e producono opzioni di prevenzione e trattamento e si impegnano in progetti sul campo.

Ma i progressi nella lotta contro la malaria sono fortemente minacciati dalla pandemia di COVID-19. Soprattutto per i già fragili sistemi sanitari dell'Africa subsahariana, il virus Corona rappresenta un ulteriore fardello che minaccia i progressi nella lotta contro la malaria e altre malattie.

Nessun bambino dovrebbe morire per una puntura di zanzara

Come madre di due figlie, Christa Rigozzi è commossa dal fatto che ancora oggi un bambino muore di malaria ogni due minuti. Questo nonostante la malattia possa essere prevenuta e curata. "Per noi in Svizzera le punture di zanzara sono un fastidio, ma in altre parti del mondo i bambini muoiono a causa di esse", dice Christa Rigozzi. "Soprattutto nell'attuale pandemia, l'impegno della Svizzera contro la malaria è quindi più importante che mai".

L'impegno della Svizzera contro la malaria e per la salute globale è fondamentale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite, in particolare l'Obiettivo 3, che mira a garantire salute e benessere a tutte le persone nel mondo. La crisi di Corona ci ricorda ancora una volta l'importanza di questo impegno per affrontare le sfide del presente e del futuro.

Altri articoli sull'argomento