Westiform protegge i parlamentari con vetri acrilici

Giusto in tempo per la sessione autunnale, il Palazzo federale sta fornendo più sicurezza per le riunioni nell'edificio del parlamento. Vengono utilizzate lastre di vetro acrilico appositamente progettate da Westiform - in realtà una società di comunicazione visiva.

Westiform_Acrylglasscheiben_Bundeshaus_Bern_2020_001

Come barriera igienica di protezione contro le infezioni da goccioline, il Palazzo federale si affida agli schermi antivirus. I pannelli divisori trasparenti sono utilizzati nelle sale di riunione e nelle sale del Consiglio Nazionale e del Consiglio degli Stati. Gli schermi sono parte di un concetto di protezione olistica sviluppato da GWJ Architektur. Sono stati progettati e prodotti da Westiform.

L'azienda a conduzione familiare, con sede a Niederwangen vicino a Berna, è solitamente attiva come fornitore di soluzioni di pubblicità luminosa e segnaletica digitale, e aveva già convertito parte della sua produzione all'inizio della pandemia. Oltre agli schermi antivirus, le colonne di disinfezione con o senza schermi digital signage integrati di Westiform sono in uso in tutta la Svizzera. L'Inselspital, per esempio, si affida a una versione con un distributore di maschere, le FFS ne hanno alcune in uso presso la propria sede, ma anche l'Università di Berna, UBS, AMAG o marchi di lusso come Cartier si affidano ai mezzi di prevenzione della PMI bernese.

Westiform_Acrylglasscheiben_Bundeshaus_Bern_2020_004

Graffi proibiti

Requisiti molto speciali sono stati applicati alle lastre di vetro acrilico che saranno utilizzate nel Parlamento federale in tempo per la sessione autunnale. Alcuni dei vetri sono montati su mobili storici che non devono essere graffiati o danneggiati. Un fissaggio stabile dei vetri era particolarmente difficile in queste condizioni, come scrive l'azienda in un comunicato stampa. Westiform ha sviluppato dei design individuali per questo. Nella Commission Room, i piedi delle lastre di vetro acrilico sono collocati nell'incavo del tavolo e collegati da una sofisticata tecnica di sospensione. Nelle sale del Consiglio Nazionale e del Consiglio degli Stati, i vetri sono fissati con materiale di protezione dei bordi per proteggere i mobili. Qui, i vetri possono anche essere ripiegati per garantire una protezione sufficiente e ampia anche in spazi ristretti.

Westiform_Acrylglasscheiben_Bundeshaus_Bern_2020_006

Le soluzioni fatte in casa spesso forniscono una protezione insufficiente

"È fondamentale adattare la dimensione del vetro alla posizione", dice Simone Bächle, amministratore delegato di Westiform. "Al momento, si vedono ancora molte soluzioni temporanee, in parte autocostruite. In particolare nelle situazioni di cassa, i vetri sono spesso troppo profondi, così che la testa del cliente sporge oltre lo scudo sputacchiante e quindi l'effetto si perde. In alcuni punti sembra un cantiere nei negozi", continua Bächle. "Le persone erano veloci a cercare soluzioni pragmatiche e a volte ricorrevano al nastro da cantiere come barriera. Tutto nell'ipotesi che fosse una situazione temporanea. Ora, però, è sempre più evidente che le norme di sicurezza non scompariranno bruscamente. L'uso a lungo termine rende necessario il passaggio a elementi permanenti stabili".

Westiform_Acrylglasscheiben_Bundeshaus_Bern_2020_002
(Visitato 45 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento