Il Festival di Locarno punta sull'innovazione

Opere immersive e molto altro: con una serie di iniziative, il Festival del film di Locarno si propone di diventare il luogo in cui si forma il cinema di domani.

Locarno vuole concentrarsi sulla natura ibrida e sempre più complessa delle immagini del nostro tempo. Questo avverrà, tra l'altro, con un talk di 24 ore sui nuovi media in diretta su Twitch, con le opere e le riflessioni di artisti come Hito Steyerl e il collettivo Total Refusal.

È prevista anche un'offerta di realtà virtuale in collaborazione con il GIFF. Lo stand VR di Largo Zorzi offrirà un programma gratuito di tre opere immersive dell'artista francese François Vautier durante il giorno (e opere di Chou Tung-Yen e Mali Arun di notte).

"Incubatore di innovazione

Simona Gamba, Chief Innovation Officer del Festival, afferma: "Grazie al suo spirito libero e all'apertura agli scambi tra linguaggi diversi, Locarno sta diventando un vero e proprio incubatore di innovazione nel campo dell'audiovisivo. Il 75° anniversario è un momento ideale per allargare gli orizzonti e partecipare attivamente alla formazione delle idee e delle riflessioni future sui nuovi media."


Il Locarno Film Festoval si terrà nel 2022 dal 3 al 13 agosto. Ulteriori informazioni.

(Visitato 157 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento