Swiss Brand Congress: ritorno a nuovi record

Con 500 partecipanti e 75 relatori, lo Swiss Brand Congress ha battuto vecchi record. Con il titolo "Reinventare i marchi", le star internazionali del mondo dei marchi si sono incontrate a Zurigo per discutere del futuro dell'industria dei marchi.

(Foto: Gabriele Griessenböck)

Anche quest'anno lo Swiss Brand Congress ha registrato numeri da record. Il più grande incontro del settore per i decision maker dei marchi svizzeri si è svolto per la 12a volta al Dolder Grand Hotel di Zurigo. Con due palchi principali e 13 forum, alcuni dei quali hanno registrato il tutto esaurito.

Il "Who's Who" del mondo dei marchi si è stretto la mano sul palco e tra il pubblico. Tra loro c'erano marchi come Hugo Boss, Credit Suisse, Google, TikTok, Meta e Logitech. Rispetto all'anno scorso, sia gli organizzatori che i partecipanti erano visibilmente di buon umore per essersi finalmente incontrati di nuovo per uno scambio diretto dopo tanto tempo di lontananza.

Test, coraggio e dati per il marketing digitale

C'era una grande folla al "Tech & Digital Stage", che si è tenuto per la prima volta. "Nel marketing possiamo osare molto di più di quanto pensiamo", ha sintetizzato Roman Reichelt, Global Chief Marketing Officer di Credit Suisse. Ha presentato la strategia di marketing di CSX, l'applicazione bancaria che ha avuto successo in pochissimo tempo. Paul Wiedmeier di Meta ha dimostrato che nel mondo digitale è necessario porre sempre più enfasi sui test e sull'ottimizzazione delle campagne: "Fidatevi dell'algoritmo", ha esortato il pubblico.

Per i marketer si prospettano alcune sfide. Yves Mäder di Google Austria e Svizzera ha sensibilizzato i partecipanti a costruire i propri dati, poiché i famosi "cookie di terze parti" non saranno più disponibili dalla fine del 2023 e anche la Svizzera varerà una nuova legge sulla protezione dei dati.

Clienti come fan

Gli argomenti da discutere in questa giornata sono stati molti. Tuttavia, è emersa una tendenza la cui strategia è seguita da molti marchi. "Vogliamo trasformare i nostri clienti in fan. Clienti fedeli che acquistano ancora e ancora", ha affermato Daniel Grieder, CEO di Hugo Boss. Questa è la sfida più grande, ha detto, perché i clienti devono essere emozionati. Il marchio deve essere credibile e tangibile per il cliente.

Lo sottolinea Stefan Smalla, CEO del rivenditore digitale Westwing, che aggiunge: "La forza del marchio e la fedeltà dei clienti sono ciò che conta". L'85% degli acquisti presso Westwing proviene da clienti che visitano il sito web più di 100 volte all'anno. Come funziona? Westwing combina contenuti e vendite in un'esperienza di e-commerce unica, trasformando i clienti in clienti abituali.

La risposta positiva al congresso dimostra che l'industria del marchio continua a guardare al futuro con ottimismo, nonostante tutte le sfide. Con nuove idee e concetti, cercherà di tenere testa a un ambiente sempre più complesso. La prossima edizione si terrà il 14 giugno 2023 presso il Dolder Grand Hotel di Zurigo.

(Foto: Gabriele Griessenböck)

 


Di più Informazioni.

Altri articoli sull'argomento