L'amministratore delegato di MCH si aspetta una ripresa degli affari entro il 2022

La pandemia di Corona ha costretto il settore fieristico, già in difficoltà, a cancellare temporaneamente tutti i suoi eventi. Ma le cose sono destinate a riprendere dalla fine di quest'anno, come ha detto Beat Zwahlen, CEO del gruppo MCH, venerdì in un colloquio con i giornalisti.

L'operatore fieristico ha in programma di tenere di nuovo grandi eventi nel quarto trimestre del 2021, tra cui la nota fiera Art Basel Miami Beach. Per alcuni settori, tuttavia, un grande evento in autunno sarebbe ancora troppo presto, ha detto il CEO. Il piano è quindi di tornare alla normalità nel settore fieristico solo nel 2022.

Tuttavia, questa nuova normalità sarà diversa dal passato. Dopotutto, il gruppo MCH è in fase di ristrutturazione da un po' di tempo, e il cambiamento strutturale gli sta causando dei problemi. La strategia elaborata con l'investitore James Murdoch (Lupa Systems) si concentra quindi sul collegamento tra eventi digitali e fisici, come ha confermato il CEO.

Ha spiegato che volevano offrire ai clienti una sorta di ecosistema in cui potevano comunicare con i loro rispettivi stakeholder in modi diversi. Nel linguaggio di marketing del manager, questo suonava così: "Vogliamo offrire alle comunità un'esperienza di marketing innovativa 24/7/365 oltre a soluzioni transazionali".

Non è prevista alcuna riduzione dello spazio della sala

In termini concreti, questo significa che la fiera probabilmente terrà in futuro eventi più piccoli e più dispersi geograficamente. Tuttavia, nonostante questa tendenza, Zwahlen non vuole ridurre lo spazio della sala al momento.

Invece, l'azienda vuole offrire ai clienti offerte interessanti con nuovi formati, come pop-up e usi flessibili. L'amministratore delegato ha detto che potrebbe anche immaginare di affittare una sala in modo permanente per due o tre anni.

Sicurezza grazie agli schermi di protezione

Il fatto che le cose stiano di nuovo migliorando per l'industria e che le fiere possano essere pianificate è anche grazie agli ombrelli protettivi forniti dai cantoni. Questi hanno fornito la necessaria sicurezza di pianificazione. Di conseguenza, i ringraziamenti sono dovuti ai governi per il loro sostegno, che è stato "molto grande".

Tuttavia, sperava molto che non ci sarebbe stata una nuova ondata di Corona con restrizioni corrispondenti, ha sottolineato il manager. Se, per esempio, le opzioni di viaggio dovessero essere di nuovo fortemente limitate a livello internazionale in autunno, questo potrebbe, nel peggiore dei casi, portare a una nuova cancellazione di eventi. (SDA)

(Visitato 82 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento