Ticketcorner costruisce il proprio database Corona

La gente vorrebbe partecipare di nuovo agli eventi - ma solo se le misure di sicurezza sono abbastanza elevate. Ticketcorner ora vuole rimediare alla situazione con il proprio database.

Ticketcorner

Ticketcorner ha condotto un sondaggio tra i propri clienti, ha ricevuto 40.000 risposte ed è giunto a una chiara conclusione: l'83% degli svizzeri che frequentano gli eventi non si presentano. (Werbewoche.ch riportato).

 

"Una speranza per tutta l'industria"

"Sono rimasto sorpreso dal valore emotivo che gli eventi hanno nella popolazione", ha detto l'amministratore delegato di Ticketcorner al NZZ di domenica. "Il bisogno è sempre presente. Questo dà speranza a tutta l'industria".

Allo stesso tempo, la popolazione è ben consapevole del rischio di infezione da corona durante gli eventi e parteciperebbe all'evento solo se fossero prese le opportune precauzioni di sicurezza.

 

I visitatori sono aperti a misure

Il sondaggio mostra: La maggior parte delle misure sarebbe sostenuta dai visitatori. La pulizia regolare del luogo è considerata una buona idea dal 90% degli intervistati, e anche strutture di disinfezione sufficienti (85%) e regole di distanza all'ingresso (78%) ricevono molta approvazione.

È degno di nota che l'opzione "Biglietti personalizzati o indicazione di dettagli personali" ha ricevuto il quarto maggior numero di approvazioni. Misure che sono necessarie per il monitoraggio dei contatti. Di conseguenza, il 73% farebbe delle concessioni corrispondenti in termini di protezione della privacy per poter ancora assistere ai grandi eventi.

 

Ticketcorner saprà chi è presente agli eventi in futuro

Da ottobre, il Consiglio Federale permetterà di nuovo eventi con più di 1000 visitatori. Con condizioni. Per implementarli nel modo più efficiente ed efficace possibile, Ticketcorner ha sviluppato un proprio strumento di tracciamento con database. Dato che i possessori e gli acquirenti di biglietti spesso non sono la stessa persona nel settore degli eventi, in futuro i visitatori dovranno verificare i loro dati personali tramite il numero di telefono cellulare e quindi ricevere un codice QR personale. Se un'infezione di Corona diventa nota, i dati corrispondenti saranno trasmessi alle autorità. Dopo 28 giorni, i dati saranno cancellati in conformità con le norme sulla protezione dei dati.

Inoltre, si stanno sviluppando funzioni che tengono conto delle regole di spaziatura al momento della prenotazione e lasciano liberi i posti adeguati tra i visitatori.

Altri risultati del sondaggio: Circa la metà degli intervistati sarebbe anche d'accordo che solo coloro che hanno installato l'app di tracciamento federale sarebbero ammessi. Almeno il 48% degli intervistati sarebbe a favore delle maschere obbligatorie. I tagli gastronomici hanno ricevuto meno approvazione: il 35% potrebbe andare d'accordo con il cibo preconfezionato, solo il 27% con le bevande - compresa la birra - dai distributori automatici.

 

(Visitato 118 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento