Vecchi giganti contro nuovi arrivati: l'evoluzione dei social media

Il termine "social media" è stato usato già nel 1997, prima dell'avvento delle grandi piattaforme a cui pensiamo oggi. Ora, dopo più di 20 anni, non solo la definizione di social media è cambiata, ma anche l'impatto delle reti sociali nelle società globali. Yoeri Callebaut di Kingfluencers dà un'occhiata più da vicino sia ai giganti affermati che ai giocatori emergenti nel suo post come ospite.

Emersione e crescita delle piattaforme di social media

LinkedIn

In questo post, andiamo avanti cronologicamente. Per prima cosa, ecco alcune statistiche chiave sugli attuali giganti dei social media. Il più vecchio dei canali stabiliti - LinkedIn - è stato lanciato ufficialmente il 5 maggio 2003. In origine, molti professionisti tecnici erano attivi sulla piattaforma, e gli esperti di marketing hanno scoperto rapidamente che potevano semplicemente saltare su e trovare persone di destinazione gratuitamente su di essa. Ma ha avuto subito senso che la piattaforma si evolvesse in un luogo per i professionisti di tutti i settori per condividere le loro esperienze di lavoro, fare rete e trovare nuove opportunità di lavoro e nuovi dipendenti.

  • Il 60,1 % degli utenti di LinkedIn ha tra i 25 e i 34 anni,
  • 19,2 % tra i 18 e i 24 anni,
  • 17,5 % tra i 35 e i 54 anni,
  • e considerando la popolazione occupata, solo il 3,3 % degli utenti di 55 anni e più.

Facebook

La prima versione di Facebook è stata lanciata nel 2004 e oggi ha le seguenti caratteristiche:

  • 2,74 miliardi di utenti attivi mensili
  • La piattaforma raggiunge il 59% della popolazione globale dei social network
  • Terzo sito web più visitato al mondo
  • Seconda app più scaricata dopo TikTok

Il più grande segmento di pubblico di Facebook per età è quello dei 25-34 anni con il 32,4% di tutti gli utenti di Facebook. Il gruppo successivo più grande è quello dei 18-24 anni, che rappresenta il 23,5 % del pubblico di Facebook.

Youtube

Nel febbraio 2005, tre ex dipendenti di PayPal hanno fondato YouTube. Google ha acquistato il sito nel novembre 2006 per 1,65 miliardi di dollari e ora lo gestisce come una delle sue filiali. YouTube ha più di 2 miliardi di utenti, che rappresentano quasi un terzo di Internet.

A testimonianza del loro investimento nei Creatori, il numero di canali che guadagnano sei cifre all'anno su YouTube è aumentato di oltre 40 % anno dopo anno. YouTube è il secondo sito web più visitato al mondo ed è usato dal 77 % dei giovani tra i 15 e i 35 anni e dal 73 % degli americani tra i 36 e i 45 anni. A differenza di molte altre piattaforme, l'uso non diminuisce con l'età. YouTube è ancora usato dal 70 % dei 46-55enni e dal 67 % dei 56+enni.

Consapevole dell'enorme importanza dei contenuti generati dagli utenti, il 2006 Time Magazine "Tu" come "Persona dell'anno Scelto. "Racconta una storia di comunità e collaborazione su una scala senza precedenti".

Reddit

Il sito Reddit, che porta il titolo di "The Homepage of the Internet", è stato fondato nel 2005. La possibilità di votare i post e i commenti all'interno dei post porta il contenuto migliore in cima in ogni caso. Questo approccio è attraente ed è già stato utilizzato per altri scenari proposti. Con oltre 52 milioni di utenti attivi giornalieri e 50 miliardi di visualizzazioni mensili attraverso 100K comunità, è il 12° sito più popolare al mondo. C'è un sacco di umorismo bizzarro sulla piattaforma, come il fatto che il subreddit r/trees è tutto sulla marijuana, mentre il subreddit r/marijuanaenthusiasts è "the go-to subreddit" per tutte le cose botaniche.

Twitter

Twitter è stato descritto per la prima volta come un "servizio di microblogging" e ha debuttato nel marzo 2007. I tweet erano inizialmente limitati a 140 caratteri, ma l'8 novembre 2017 sono stati raddoppiati a 280. Twitter ha anche uno dei pubblici più vecchi, con 63 % dei suoi utenti* tra i 35 e i 65 anni. Con 353 milioni di utenti attivi mensili, la piattaforma è quindi sotto Reddit e sopra LinkedIn in termini di popolarità.

Instagram

Instagram è stato lanciato ufficialmente nel 2010, e anche se la piattaforma di social media è utilizzata principalmente tramite un'applicazione mobile, è il sesto sito web più visitato al mondo. Più di 1 miliardo di persone usano Instagram ogni mese. 81 % delle persone usano Instagram per ricercare prodotti e servizi, e due su tre dicono che la rete incoraggia l'interazione con le marche. Come per Facebook, il più grande segmento di utenti è con Il 33,1% degli utenti statunitensi di Instagram Dai 25 ai 34 anni. Il secondo gruppo più grande è composto da persone dai 18 ai 24 anni.

TikTok

TikTok è stato originariamente rilasciato nel mercato cinese nel settembre 2016 e dopo la fusione con un altro servizio di social media cinese, ovvero Musical.ly, è stato reso disponibile a livello globale il 2 agosto 2018. Nel 2020, TikTok era l'app più scaricata al mondo. Nel frattempo, l'app disponibile in oltre 150 paesi e ha più di un miliardo di utenti. Gli utenti di TikTok sono molto più giovani, con 60 % appartenenti alla Generazione Z. Circa un terzo, o 32,5 %, degli utenti di TikTok basati negli Stati Uniti sono tra i 10 e i 19 anni. Il prossimo segmento più grande è quello dei 20-29enni con 29,5 %, seguito dai 30-39enni con 16,4 %.

TikTok ha adottato un approccio molto strategico per reclutare e compensare i creatori di contenuti perché sanno che sono la chiave del successo di qualsiasi piattaforma. "TikTok ha recentemente creato un fondo di 1 miliardo di dollari per i creatori. Questo denaro viene pagato direttamente da TikTok ai suoi creatori di contenuti per rafforzare ulteriormente le relazioni con gli influencer*".

Twitch

Secondo la Generazione Z, Twitch è la migliore piattaforma per i videogiocatori per trasmettere il loro gioco in streaming pubblicamente. Puoi iscriverti ai tuoi streamer preferiti e persino vincere premi in-game per guardare giochi come Rocket League. Tuttavia, la tecnologia non costringe a guardare attivamente. Di conseguenza, lasciare il gioco in esecuzione in background è sufficiente.

Twitch è gestito da Twitch Interactive, una filiale di Amazon. C'è sia una versione gratuita che una a pagamento. Con oltre 9 milioni di emittenti attive, non riguarda esclusivamente il gioco, ma i primi 5 streamer sono tutti giocatori..

Altre piattaforme emergenti

Clubhouse è un'esclusiva app di social media basata sull'audio che è attualmente accessibile solo su invito. Gli utenti condividono registrazioni audio invece di post di testo. Nel maggio 2020, l'azienda è stata valutata circa 100 milioni di dollari. In un recente articolo descritto Mashable come "una specie di podcast dal vivo che scorre liberamente". Puoi semplicemente ascoltare o scegliere di contribuire con i tuoi pensieri. Pensatelo come un cocktail party o un club". Clubhouse è anche popolare tra le celebrità come Oprah, Kevin Hart, Drake, Chris Rock e Ashton Kutcher.

C'è una regola che non permette di registrare e conservare le conversazioni. Anche se personalmente ho i miei dubbi che non avremo mai uno scandalo rivelato dall'app.

Trill è un servizio video e un social network che permette agli utenti di modificare automaticamente i loro video e sincronizzarli con tracce di sottofondo utilizzando l'AI.

I nuovi giocatori rovesceranno le piattaforme consolidate?

A volte la gente sostiene che Facebook è morto e che l'eliminazione dei profili è di tendenza. C'è persino un intero sito web dedicato a promuovere la cancellazione e ad affrontare come tali piattaforme agiscono in modi tossici e polarizzanti che sfruttano i nostri pregiudizi. Le pause dei social media, come spesso accade a gennaio, sono anche popolari.

Con l'emergere di nuovi attori, c'è la preoccupazione che le piattaforme stabilite vengano abbandonate. MySpace, per esempio, è stato un pioniere. Sono stato davvero sorpreso di vedere che la piattaforma è ancora attiva, anche se non credo che qualcuno possa sostenere che sia ancora rilevante. Anche la vite è appassita. È possibile che la colpa sia di TikTok? Certamente non ha aiutato in entrambi i casi.

PiattaformeUtenti attivi mensiliCrescita 2020Tempo di utilizzo giornalieroImpegno %Fatturato 2020
LinkedIn303 milioni+9.39%<1 min0.4%8,05 miliardi
Facebook2,4 miliardi+7.27%58 min0.19%85,96 miliardi
YouTube1,9 miliardi+5.00%40 minMicro-Influencer: 1.63%
Mega-Influencer: 0.37%
19,77 miliardi
Reddit330 milioni di euro+23.26%16 min120 milioni (2019)
Twitter330 milioni di euro+4.12%1 min0.036%3,72 miliardi
Instagram1 miliardo+22.87%53 min1.42%

Micro-Influencer: 3.86%
Mega-Influencer: 1.21%

22,2 miliardi
TikTok1 miliardo+37.50%52 minMicro-Influencer: 17.96%
Mega-Influencer: 4.96%
1 miliardo
Twitch140 milioni di euro+14%9 min213.8 m

Nuovi giocatori da tenere d'occhio

Spazi su Twitter

Dopo il massiccio lancio di Clubhouse, Twitter ha già rilasciato una nuova funzione di conversazione audio dal vivo per i suoi utenti nella stessa app nel dicembre 2020 -. Spazi. Rispetto a Clubhouse, Spaces sembra già più promettente. Tutti gli utenti iOS e Android possono parlare e ascoltare in uno Spazio. Inoltre, non è necessario alcun invito, poiché tutto è disponibile nell'app stessa. D'altra parte, solo un piccolo gruppo di utenti iOS può creare Spaces al momento. Tuttavia, gli aggiornamenti e le nuove funzionalità dovrebbero arrivare presto.

Caffeina

Svelato nel 2018 e sviluppato da ex designer di Apple, Caffeine sembrava promettente al momento. Su di esso, gli utenti possono trasmettere in live stream sia se stessi che i loro schermi del computer o della TV, il che è particolarmente popolare tra gli influencer del gioco e dell'intrattenimento. Simile a Twitch, Caffeina ha anche un programma di monetizzazione che premia le emittenti dedicate. Ad oggi, la piattaforma di trasmissione sociale ha già 294 milioni di dollari con i maggiori investitori che sono 21st Century Fox e Fox Corporation. Tuttavia, soprattutto in Europa, Caffeine.tv non è ancora la norma per la trasmissione dal vivo, poiché Twitch è ancora la piattaforma principale qui. A seconda della tendenza della Generazione Z e di quali marche e influencer si uniranno alla piattaforma come pionieri, il futuro di Caffeine è ancora aperto.


* Yoeri Callebaut è Chief Growth and Marketing Officer dell'agenzia di influencer marketing Kingfluencers. Ha studiato economia a Ghent, in Belgio, ha un MBA in Business Management e ora è specializzato in branding e marketing con un focus su strategia, media digitali e storytelling. 

(Visitato 477 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento