Facebook sbloccherà i contenuti multimediali in Australia

Il governo australiano ha raggiunto un accordo con Facebook nella disputa sui contenuti dei media sulla piattaforma. Il gigante di Internet toglierà il blocco dei siti di notizie australiani sulla sua rete online nei prossimi giorni, ha annunciato martedì il cancelliere dello scacchiere Josh Frydenberg.

australia-law-facebook

Dopo giorni di negoziati con Facebook, il governo del primo ministro Scott Morrison ha accettato di apportare modifiche a una proposta di legge sui media, ha riferito l'agenzia di stampa AAP.

"Questi cambiamenti forniranno alle piattaforme digitali e ai media di notizie una maggiore chiarezza su come la legge dovrebbe essere applicata e rafforzeranno il quadro per garantire che le imprese nel settore dei media di notizie siano equamente compensate", ha aggiunto. Facebook ha accolto l'accordo in una dichiarazione. Ha detto di essere soddisfatto che il governo australiano abbia accettato una serie di cambiamenti e garanzie.

Facebook aveva bloccato le pagine di notizie sulla sua piattaforma per gli utenti australiani giovedì (Werbewoche.ch riportato). Gli utenti di Facebook non possono più condividere contenuti giornalistici nazionali o internazionali. Così facendo, l'azienda si è opposta a un disegno di legge proposto dal governo australiano che in futuro costringerebbe Google e Facebook a pagare le società di media locali se distribuiscono i loro contenuti. L'Australia vuole ottenere una distribuzione più equa delle entrate pubblicitarie. La disputa si era aggravata di recente. Il governo ha annunciato lunedì che avrebbe ritirato gli annunci previsti su Facebook. (Werbewoche.ch riportato). (SDA)

Altri articoli sull'argomento