La pandemia stimola l'e-shopping in Svizzera

Il numero di e-shopper in Svizzera ha continuato a crescere negli ultimi due anni: si fanno molti più acquisti online che prima della pandemia, mostra uno studio di DPDgroup.

E-Shopping in der SchweizUno studio rappresentativo di DPDgroup mostra che il 15,6 per cento degli acquisti in Svizzera vengono fatti online. Nel frattempo, il 90 per cento di tutti gli e-shopper svizzeri sono regolarmente in viaggio online, il 53 per cento fa acquisti online ogni mese e riceve in media 4,8 pacchi al mese.

L'82% ha ordinato merci consegnate a domicilio, il 9% ha ritirato il pacco da un fornitore di servizi di pacchi, un ufficio postale o un rivenditore.

Nel complesso, il processo di consegna è diventato più difficile nella percezione degli e-shopper abituali. Solo il 68% di loro ha detto che il loro ultimo ordine è stato facile rispetto al 2019 (79%). La media europea è del 75 per cento.

Molti e-shopper ora si fanno consegnare anche mobili pesanti o medicine, cosa che prima era meno frequente. La soddisfazione per la consegna è diminuita rispetto al 2019.

Il giorno seguente si aspetta

È confermato ancora una volta: La popolazione svizzera vuole che la merce ordinata venga consegnata direttamente a casa. Dimostra anche che la consegna il giorno successivo è enormemente importante. Oltre il 98% dei pacchi consegnati da DPD Svizzera vengono consegnati il giorno lavorativo successivo.

Gli e-shopper svizzeri capiscono che un acquisto sostenibile significa prima di tutto la produzione locale e il rispetto dell'ambiente del prodotto. Inoltre, la consegna dal proprio paese è intesa come sostenibile. Gli e-shopper abituali percepiscono la consegna simultanea di diversi prodotti e la consegna con veicoli a basse emissioni come furgoni elettrici o ibridi o biciclette come una consegna ecologica.

Alla gente piace ordinare su siti web europei

L'87 per cento degli e-shopper regolari ordinano regolarmente da siti web stranieri, il 90 per cento da siti web europei e il 44 per cento da siti web cinesi. Questo è molto diverso dalla media europea. Tra gli e-shopper regolari europei, il 73% ha già fatto acquisti su siti europei e il 54% su siti cinesi.

Esperienza di shopping meno piacevole

Man mano che l'e-commerce diventa più diffuso, sempre più e-shopper regolari forniscono un feedback dopo aver fatto un acquisto. Le aspettative degli e-shopper stanno aumentando e l'esperienza di acquisto online è percepita come meno facile di un tempo, con il 60 per cento degli e-shopper abituali che dicono che il loro ultimo acquisto online è stato facile, in aumento rispetto al 70 per cento del 2019. Con l'aumento dei volumi di e-commerce, si è sviluppata la pratica di ordinare più del necessario: Più di un quarto degli e-shopper regolari restituisce il suo ultimo ordine - un forte aumento rispetto al 2019 e ben al di sopra della media europea, che è del 12%. Mentre gli e-shopper regolari comprano/restituiscono più categorie, è diventato più difficile restituire un pacco.

Gli influencer influenzano, gli e-shopper danno feedback

Il 60 per cento degli e-shopper svizzeri sceglie il sito web basandosi sulle raccomandazioni dei social media e degli influencer, questo valore è leggermente superiore alla media europea (57 per cento). La necessità di pubblicare o condividere il proprio feedback è aumentata al 65%, che è il 7% in più rispetto al 2019.

"Mettiamo al centro i nostri clienti, i nostri spedizionieri e destinatari, e soddisfiamo le loro esigenze. Con il barometro degli e-shopper possiamo vedere se stiamo soddisfacendo queste esigenze e se il nostro sviluppo è giusto. Inoltre, siamo molto consapevoli della nostra responsabilità nei confronti del nostro pianeta e dei nostri simili e ci assumiamo attivamente questa responsabilità", dice il CEO di DPD Svizzera Tilmann Schultze. "Da 10 anni consegniamo ogni pacco in modo neutrale per il clima - senza costi aggiuntivi per i nostri clienti".

Profili diversi, aspettative diverse

Alcuni degli e-shopper possono essere divisi in tre diversi profili: Routiniers, Epicureans e Ecology Afficionados.

I Routiniers sono e-shoppers esperti e molto regolari, hanno fatto attivamente e-shopping per almeno 5 anni. Comprano tutti i tipi di beni online e sono molto fedeli ai siti web dove fanno acquisti. Si sentono rassicurati quando conoscono la società di consegna. Costituiscono il 15 per cento di tutti gli e-shopper svizzeri.

Gli epicurei tendono ad essere giovani acquirenti online. Trovano che lo shopping online sia comodo, che faccia risparmiare tempo e costi e che sia meno stressante dello shopping in un negozio. Spesso cercano recensioni e raccomandazioni prima di acquistare. Costituiscono il 13% di tutti gli e-shopper svizzeri.

Gli e-shopper eco-savvy tendono ad essere acquirenti occasionali con un numero più limitato di prodotti che comprano online. Preferiscono gli acquisti fisici per certi prodotti. È meno probabile che siano influenzati da recensioni e raccomandazioni. Costituiscono il 19 per cento di tutti gli e-shopper svizzeri.

23.394 interviste condotte

Per lo studio commissionato da DPDgroup, un totale di 23.394 interviste è stato condotto in 21 paesi europei tra il 02 giugno e il 16 luglio 2021. In Svizzera, 1.001 persone dai 18 anni in su hanno partecipato al sondaggio.


Più Informazioni.

(Visitato 229 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento