Millennials: i social media influenzano gli acquisti

Il 72% dei giovani tra i 30 e i 40 anni, i cosiddetti millennials, sono influenzati dai social media quando prendono decisioni di acquisto, come mostra un sondaggio di Creditcards.com. Questo gruppo di età si è cristallizzato come il più "suscettibile" alle influenze dei social media.

Gli adolescenti e i ventenni - la Generazione Z - seguono con il 66 per cento. Il terzo posto va alla Generazione X, i 40-60enni, seguiti dai baby boomers ancora più anziani con il 45 per cento.

Influencer non così in alto nell'agenda

I Millennials tendono a fidarsi dei post di amici e familiari, con questo tipo di contenuto che influenza il 38% dei Millennials quando fanno acquisti. Solo il 20% di questa fascia d'età dice di comprare beni pubblicizzati da celebrità o influencer. Ma questo non significa che i Millennials ignorino gli annunci. Infatti, gli annunci sono il secondo tipo di contenuto dei social media più influente, influenzando le decisioni di acquisto per il 31% dei Millennials.

In questo contesto, Ana Staples di Creditcards.com mette in guardia contro gli acquisti d'impulso basati sui post dei social media. Secondo il consulente finanziario, tutti dovrebbero sempre considerare se hanno davvero bisogno del prodotto che stanno per comprare sulla base di una raccomandazione "per evitare brutte esperienze di portafoglio". Parla per esperienza su questo: "Qualche mese fa, ho continuato a comprare libri che avevo visto su TikTok quando avevo già più libri di quanti ne potessi leggere in mesi".

Se sei in dubbio, lascia perdere

Chiunque compri direttamente tramite la rispettiva piattaforma corre il rischio di essere preso in giro dai truffatori. Staples raccomanda quindi di informarsi in anticipo sul venditore e di prendere in considerazione le recensioni degli altri. Se sorgono dubbi o non si trova nessuna informazione sul venditore, è meglio lasciar perdere. Dovresti sempre considerare se un acquisto rientra nel tuo budget personale e non essere guidato dall'idea che devi avere quello che ha qualcun altro. Consiglia di non indebitarsi, anche se la sua azienda vive di questo. (pte)

(Visitato 280 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento