WhatsApp promette nuove funzioni per la privacy

Dopo le polemiche sulle sue nuove regole di utilizzo, WhatsApp va all'attacco. Il servizio di chat sta lanciando una campagna pubblicitaria che porta alla ribalta la sua crittografia.

WhatsApp sta riaffermando la sua adesione alla crittografia completa dopo le polemiche relative alle sue nuove regole di utilizzo, e sta promettendo nuove funzionalità per proteggere la privacy. Questi includono la capacità di inviare messaggi che possono essere visualizzati solo una volta dal destinatario. Questo potrebbe essere utile, per esempio, se avete bisogno di inviare una password ai membri della famiglia, ha detto il capo di WhatsApp Will Cathcart.

Le persone saranno anche in grado di impostare le chat per scomparire da sole dopo un certo periodo di tempo. "La gente, nel complesso, non vuole che i suoi messaggi siano conservati per sempre", ha sottolineato Cathcart. "Quando chiacchieriamo, non abbiamo con noi un dispositivo di registrazione. In questo senso, è strano che le piattaforme di chat digitali le conservino per sempre".

L'azienda di proprietà di Facebook sta lanciando una campagna pubblicitaria sulla privacy lunedì in Germania e nel Regno Unito, che sono tra i suoi mercati più importanti. I brevi video promozionali evidenziano che il contenuto inviato su WhatsApp è fondamentalmente visibile solo in chiaro agli utenti coinvolti, grazie alla cosiddetta crittografia end-to-end.

L'ultima critica e lo sfornamento

WhatsApp ha più di due miliardi di utenti. Tuttavia, il servizio ha dovuto fare i conti con le critiche e un esodo di utenti negli ultimi mesi dopo l'annuncio di nuove regole di utilizzo. Questo è stato innescato dalla valutazione che l'aggiornamento, entrato in vigore a metà maggio, avrebbe visto più dati condivisi con la società madre Facebook. WhatsApp ha respinto questo come un malinteso e ha ripetutamente sottolineato che la crittografia end-to-end, con la quale il servizio stesso non ha accesso ai contenuti, non sarebbe stata ammorbidita.

Il capo di WhatsApp Cathcart ha riconosciuto degli errori nell'annunciare le nuove regole. Dobbiamo comunicare chiaramente cosa stiamo facendo e perché". Ha detto che WhatsApp si è perso questo. "Siamo diventati più chiari solo quando abbiamo visto la confusione. È colpa nostra", ha detto Cathcart. Ha aggiunto che WhatsApp aveva pianificato in anticipo una campagna pubblicitaria per la crittografia end-to-end. Ma dopo le polemiche degli ultimi mesi, WhatsApp ha ancora più motivi per parlarne.

Nel frattempo, la stragrande maggioranza degli utenti a cui era già stato chiesto il consenso alle nuove regole le ha accettate, ha detto Cathcart. Non ha dato cifre esatte. Originariamente, gli utenti che non accettavano le nuove regole avrebbero dovuto perdere l'accesso alle funzioni di base nel corso del tempo. Ora non affrontano alcuna conseguenza. Solo le nuove funzioni per comunicare con le aziende saranno disponibili solo dopo aver accettato l'aggiornamento. Secondo WhatsApp, sono stati il motivo principale del cambiamento dei termini d'uso.

Crittografia per la sicurezza dei cittadini

Cathcart ha criticato alcuni governi per aver cercato di ammorbidire la crittografia nei servizi di chat. "Spero che col tempo i governi si rendano conto che il ruolo più importante che possono svolgere è quello di fornire più sicurezza" - per esempio, stabilendo degli standard per le imprese. WhatsApp sostiene con i governi che la crittografia end-to-end aiuta a proteggere la sicurezza dei cittadini, ha detto. Facebook rimane impegnata nel suo piano di portare la crittografia completa al suo secondo servizio di chat, Messenger, come prossimo passo, ha detto Cathcart.

In diversi paesi, i governi e le autorità stanno tentando di minare la crittografia completa nei servizi di chat come WhatsApp. Anche in Germania, c'è un progetto di legge che permetterebbe all'Ufficio federale per la protezione della Costituzione di condurre una sorveglianza alla fonte delle telecomunicazioni come nei servizi di chat criptati.

Nel caso degli SMS classici, è da tempo che i fornitori di telecomunicazioni devono permettere alle autorità di controllarli. Questo non si è ancora applicato ai servizi di chat criptati. Le autorità di sicurezza criticano che questo impedisce loro di accedere alle comunicazioni di criminali o estremisti. Recentemente, tuttavia, le autorità di polizia internazionali sono riuscite a sferrare un colpo importante contro il crimine organizzato con l'aiuto di un'app di chat, tra tutte le cose. Gli investigatori sono riusciti a stabilire la loro presunta app sicura come un canale di comunicazione negli ambienti criminali. (SDA)

(Visitato 103 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento