"Gran parte di Google Gemini è sviluppato a Zurigo".

Alla recente conferenza Google I/O, Google ha presentato Gemini Advanced, una nuova applicazione AI che supporta anche i processi creativi con funzioni innovative. Sabine Lehmann, Senior Manager di Google Svizzera, spiega le nuove possibilità nel video intervento e sottolinea il ruolo importante di Zurigo come sede di sviluppo.

A metà maggio, in occasione della conferenza di sviluppo Google I/O, Google ha inaugurato una nuova era dell'intelligenza artificiale nel suo motore di ricerca. (Werbewoche.ch). Uno dei punti salienti è stato il "Project Astra" e in particolare l'introduzione di "Gemini Advanced", una versione a pagamento dell'applicazione AI con nuove possibilità creative.

In un workshop per la stampa, Pia De Carli e Sam Leiser del team di comunicazione di Google hanno illustrato le nuove funzionalità. Sabine Lehmann, Senior Manager di Google Svizzera, ha illustrato con esempi le funzionalità di Gemini Advanced. Queste includono l'elaborazione di documenti di grandi dimensioni, fino a 1400 pagine, compresi PDF e video. Gli utenti possono leggere i contenuti in una lingua e porre domande o ricevere sintesi in un'altra lingua, il che è particolarmente utile per i processi creativi.

Lehmann ha sottolineato che una quantità significativa di ricerca e sviluppo su Gemini si svolge a Zurigo, compreso il lavoro sui contenuti multimodali come immagini e video, oltre che su questioni di sicurezza e infrastrutture. Ha sottolineato l'importanza di questa innovazione: "L'idea è che si possa dare un contesto al modello, a Gemini, e poi si possano porre domande specifiche e ottenere risposte". Questi sviluppi mostrano la direzione in cui Google si sta muovendo con le sue applicazioni di intelligenza artificiale e come sia possibile generare risposte mirate e input per idee creative.

Altri articoli sull'argomento