Paul Wiedmeier sulla trasformazione della pubblicità con l'AI

L'intervista a Paul Wiedmeier di Meta offre una panoramica sull'entusiasmante futuro del panorama pubblicitario. L'intervista illustra come l'intelligenza artificiale sia già oggi alla base delle piattaforme di Meta, dalle raccomandazioni personalizzate alla creazione automatizzata.

Paul Wiedmeier è responsabile delle partnership con i partner del Fashion Ecommerce nella regione di lingua tedesca presso Meta a Zurigo.

Werbewoche.ch: Signor Wiedmeier, Meta sta investendo molto nell'intelligenza artificiale. Dove si trova l'intelligenza artificiale nei prodotti Meta?

Paul Wiedmeier: L'intelligenza artificiale è da anni la spina dorsale delle nostre piattaforme ed è al centro della nostra ricerca. Abbiamo sviluppato una potente infrastruttura per le raccomandazioni, i contenuti e le classifiche personalizzate e alimentate dall'intelligenza artificiale, che è alla base di tutti i nostri prodotti. Questo si estende dai feed alle bobine fino al nostro sistema di pubblicità e integrità. I contenuti consigliati dall'intelligenza artificiale e visualizzati su Instagram sono già il 40%. Queste raccomandazioni hanno portato a un aumento del 24% del tempo trascorso sulla piattaforma Instagram dall'introduzione di Reels. Questo dimostra come l'AI stia svolgendo un ruolo importante nella personalizzazione e nell'esperienza dell'utente sulle nostre piattaforme.

 

Potrebbe farci degli esempi concreti di come l'IA stia già ottenendo risultati per gli inserzionisti oggi?

Naturalmente. Quasi tutti i nostri inserzionisti in tutto il mondo stanno già utilizzando almeno uno dei nostri prodotti basati sull'intelligenza artificiale. Un buon esempio è Vantaggio Meta, il nostro prodotto pubblicitario automatizzato. Ad esempio, le campagne Advantage+ Shopping mirano ad aumentare l'efficienza delle campagne pubblicitarie. Rispetto agli annunci gestiti manualmente, richiedono molto meno tempo per creare e gestire le campagne. Con l'aiuto dell'apprendimento automatico, i clienti nuovi ed esistenti di maggior valore possono essere identificati in tutte le meta-app e raggiunti con prodotti personalizzati. Questo porta a risultati migliori, anche perché il budget viene utilizzato in modo ottimale e automatizzato. In Svizzera, Migros Online, tra gli altri, ha implementato questa soluzione basata sull'intelligenza artificiale e ha registrato un aumento del 62% del ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS).

 

Ci sono altri settori in cui l'IA svolge un ruolo importante?

L'IA sta diventando sempre più importante anche nella creazione. Un esempio attuale è il nostro Sandbox AIche si basa sull'intelligenza artificiale generativa. Ciò consente agli inserzionisti di diversificare i contenuti creativi esistenti per migliorare le performance. Aiuta a contrastare la stanchezza creativa e consente la personalizzazione automatica degli asset creativi. Le funzionalità attualmente in fase di test includono la generazione di variazioni di sfondo e testo e la regolazione automatica delle immagini degli asset. Abbiamo in programma di migliorare ulteriormente queste soluzioni nel prossimo futuro e di renderle disponibili a un numero maggiore di inserzionisti.

 

Queste innovazioni sembrano cambiare il panorama pubblicitario. Qual è il futuro della tecnologia AI per Meta?

Sviluppiamo costantemente le nostre soluzioni AI e lavoriamo a nuove innovazioni. Vediamo aree di applicazione promettenti, come l'uso dell'IA per le esperienze di chat, ad esempio in WhatsApp, e l'ulteriore sviluppo di strumenti di creazione visiva per i contenuti video su Facebook e Instagram.

 

Sembra un'idea entusiasmante. Può spiegarci il ruolo degli agenti AI in questo sviluppo?

Gli agenti AI potrebbero svolgere un ruolo importante in futuro. Stiamo esplorando le esperienze di chat nelle piattaforme di messaggistica come WhatsApp e Messenger. Questi agenti AI potrebbero agire come assistenti, coach o per le aziende nelle interazioni con i clienti. Riteniamo che questi strumenti porterebbero grandi benefici soprattutto nell'area della comunicazione e dell'assistenza ai clienti. Gli agenti di intelligenza artificiale potrebbero non solo rispondere in modo efficiente alle domande dei clienti, ma anche consentire interazioni personalizzate. Ciò potrebbe aiutare le aziende ad automatizzare alcune parti dell'assistenza ai clienti, aumentandone al contempo l'efficienza. Inoltre, gli agenti AI potrebbero consentire un'interazione naturale con i clienti e rispondere rapidamente alle loro esigenze. Una base tecnologica fondamentale per questo è Lama 2Il nostro modello linguistico open source. Siamo convinti che l'innovazione open source faccia progredire l'intero settore.

 

Come vede l'integrazione degli agenti AI nel metaverso?

L'integrazione degli agenti AI avrà un ruolo significativo nel metaverso. Nel metaverso, le persone saranno in grado di creare avatar, oggetti e persino mondi molto più facilmente per collegare tutti questi elementi tra loro. Gli agenti di intelligenza artificiale potrebbero fungere da collegamento per aiutare le persone a creare contenuti e interazioni in un ambiente virtuale immersivo.

 

Grazie mille per questi interessanti approfondimenti, signor Wiedmeier.

Grazie, è stato un piacere.

 


Paul Wiedmeier è responsabile delle partnership di Meta con i partner dell'e-commerce di moda nei paesi di lingua tedesca. In precedenza, ha ricoperto diverse posizioni di marketing senior presso Procter & Gamble e Swarovski, tra gli altri, e ha costruito l'attività svizzera di Meta. È membro della giuria del CMO of the Year Switzerland.

Altri articoli sull'argomento