Studio HWZ: l'etica digitale acquista rilevanza strategica

Oggi, l'etica digitale è un argomento centrale e rilevante per la reputazione che le aziende devono affrontare. Lo dimostra il Barometro del Sentimento Etico Digitale 2022 della HWZ e del Centro per la Responsabilità Digitale, che misura annualmente la responsabilità digitale delle aziende in Svizzera.

Cornelia Diethelm, capo del programma CAS Digital Ethics all'HWZ e autrice del Digital Ethics Sentiment Barometer.

L'indagine mostra che una grande maggioranza di aziende ha esperienza con progetti eticamente controversi. Questo riguarda principalmente il trattamento dei dati raccolti che permette le analisi e le valutazioni dei dati dei clienti (77%). Altre esperienze con progetti controversi includono la datafication sul posto di lavoro (33%) e la gestione delle nuove tecnologie (32%).

Aumentare la consapevolezza

Le aziende non sono solo sensibilizzate al trattamento responsabile dei dati. L'indagine mostra inoltre che le questioni etiche sono già state integrate nelle politiche e nei processi interni di molte aziende: Una persona su due afferma che la gestione dei dati (51%) e la strategia dei dati (46%) contengono linee guida corrispondenti. Spesso una politica etica esiste (38%) o è almeno prevista.

Secondo Cornelia Diethelm, responsabile dello studio, c'è una tendenza generale verso la standardizzazione: "Le grandi aziende hanno linee guida per la gestione e la strategia dei dati, e hanno una politica etica. Indipendentemente dalle dimensioni, tuttavia, molte aziende stanno lavorando su linee guida etiche, cosa che la nostra nuova indagine ha confermato ancora una volta. "

L'etica è una questione che riguarda il capo

L'indagine mostra anche che l'etica digitale è presente a livello esecutivo: il management è uno dei più importanti sostenitori interni. "L'etica digitale è la responsabilità digitale in azione. Per le aziende è un investimento lungimirante in buone relazioni con i clienti", dice Ralph Hutter, responsabile dello sviluppo dei prodotti e della ricerca presso HWZ IDB.

Tuttavia, i driver centrali dell'etica digitale nelle aziende sono persone dalla protezione dei dati. Le differenze fanno capire che all'interno di un'azienda si perseguono anche obiettivi che si contraddicono. "Affrontare consapevolmente l'etica digitale può aiutare ad affrontare sistematicamente gli obiettivi contrastanti interni. Le pratiche commerciali devono essere allineate con le linee guida etiche che riflettono i valori dell'azienda e sono percepite di conseguenza anche dall'esterno", sottolinea Diethelm.

I clienti vogliono la sicurezza dei dati

L'indagine mostra che le aziende prendono sul serio le aspettative dei loro clienti. Le aziende possono posizionarsi come datori di lavoro attraenti se prendono sul serio la questione dell'etica digitale. Chi gestisce i dati in modo responsabile non sta solo investendo in buone relazioni con i clienti. L'azienda può anche ottenere un vantaggio competitivo posizionandosi come un'azienda degna di fiducia, soprattutto di fronte ai concorrenti stranieri.

Secondo lo studio, c'è una generale mancanza di conoscenze necessarie su come integrare l'etica digitale nella propria azienda. La domanda di formazione e perfezionamento sull'integrazione degli aspetti etici nelle aziende è in aumento.


Il Barometro del sentimento dell'etica digitale misura la responsabilità digitale delle aziende in Svizzera ed è stato condotto dalla HWZ insieme al Centro per la responsabilità digitale (CDR). L'autrice è Cornelia Diethelm, responsabile del corso CAS Digital Ethics all'HWZ. 225 persone hanno partecipato al sondaggio, che è stato condotto da metà novembre a fine dicembre 2021. Il sondaggio ha luogo ogni anno.

(Visitato 171 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento