Cerca e troverai... giusto?

L'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) non è senza motivo di grande importanza per i marketer: chi non rispetta le regole dei portali di ricerca finisce nel nirvana digitale. il redattore di m&k Robert Wildi ha chiesto agli esperti cosa conta.

Per riconoscere le tendenze nel campo dell'ottimizzazione dei motori di ricerca e decifrare il loro significato, paga guardare l'argomento da una prospettiva concettuale: questo è ciò che dice qualcuno che dovrebbe sapere. Come co-fondatore e Chief Innovation Officer dell'agenzia Internet Iqual a Berna, Olivier Blattmann è uno dei principali specialisti SEO del paese. L'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) ha tre attori: i cercatori, i fornitori e gli operatori dei motori di ricerca. Nel caso commerciale, questi sono i clienti, le aziende e Google, in quest'ordine. "Come tutti sappiamo, quest'ultimo domina questo campo con quote di mercato ben oltre il 90%, e questo non cambierà nel 2021", ha detto Blattmann. Per i professionisti del marketing, nel frattempo, è importante stare sempre al passo con il SEO e considerare gli sviluppi riconoscibili nella propria strategia in una fase iniziale.

Nuovi standard di qualità di Google

Lo stesso consiglio è dato da Nicole Treipl, capo del dipartimento SEO dell'agenzia di marketing digitale BlueGlass di Zurigo. "L'algoritmo di Google è in costante evoluzione grazie alle tecniche di apprendimento automatico RankBrain e BERT per capire le intenzioni di ricerca degli utenti e fornire risposte adeguate", si immerge direttamente nella questione. La qualità è la priorità assoluta. Secondo Treipl, Google stabilisce nuovi standard di qualità ogni anno, a cui i gestori di siti web dovrebbero aderire per rimanere presenti nelle prime posizioni del motore di ricerca. Gli standard esistenti come EAT (Expertise, Authority, Trust) rimangono validi.

Nel 2021, un altro fattore di qualità sarà aggiunto, secondo lo specialista BlueGlass. Google si riferisce già apertamente a questo come "esperienza della pagina". Con l'aiuto del "Core Web Vitals" (una serie di metriche che riguardano la velocità, la reattività e la stabilità visiva di un sito web), si misura se il tempo di caricamento, il tempo fino alla prima opzione di interazione e la stabilità del layout della pagina sono nell'ambito di una esperienza utente positiva. "Core Web Vitals può già essere valutato utilizzando vari strumenti come Lighthouse, PageSpeed Insights o Chrome UX Report". Secondo Google, questo fattore di ranking sarà introdotto da maggio 2021, Nicole Teipl lo sa. Per Kevin Näf, Team Manager SEO di Webrepublic, tre tendenze principali per le classifiche organiche su Google si stanno accentuando quest'anno. "In primo luogo, la facilità d'uso e l'esperienza dell'utente (UX) avranno un'influenza significativamente crescente sul ranking di un sito web". Per lui, questo è anche dovuto principalmente al fatto che Google Core Web Vitals, annunciato nel 2020, sarà parte dell'algoritmo di ricerca a partire da maggio. Inoltre, Google prevede di passare tutti i siti web all'indicizzazione mobile-first entro marzo, ha detto. "Di conseguenza, l'ottimizzazione dei siti web per i dispositivi mobili continuerà a crescere in importanza", ha detto Näf. E questo indipendentemente da quanto sia alta la quota di traffico mobile e a quale settore appartenga un sito.

Infine, lo specialista di Webrepublic conferma anche che l'approccio olistico al contenuto SEO è una chiave centrale per il successo, più a lungo è, più è. Näf raccomanda quindi di allontanarsi dalla pura ottimizzazione delle parole chiave e di concentrarsi invece sugli utenti, il loro viaggio e l'intento di ricerca. "Questo è certamente un modo orientato all'obiettivo di rendere organicamente visibile il proprio contenuto".

SEO come "recupero delle informazioni

Quali consigli concreti danno gli esperti agli utenti SEO per utilizzare le tendenze attuali in modo redditizio per se stessi? "Guardate il SEO dal punto di vista dell'acquisizione di informazioni e mettetevi più nei panni dei vostri utenti", dice Sara Moccand, specialista SEO dell'agenzia Liip. Come utente SEO, dovreste considerare come le informazioni sono collegate e come si relazionano l'una con l'altra. Secondo Moccand, quasi tutte le tendenze e le misure vanno nella direzione dell'automazione. "Ecco perché si dovrebbe entrare nell'automazione al più tardi adesso e fare un uso sapiente dell'intelligenza artificiale".

Per Olivier Blattmann dell'agenzia Internet Iqual, è chiaro che alla fine, i vincitori saranno quelle aziende che hanno capito il valore del SEO al più alto livello di gestione e si avvicinano al tema in modo olistico. Questo inizia con la professionalizzazione del SEO come servizio per l'intera azienda. Dopo, ha detto, arriva il marketing di ricerca integrato insieme alla disciplina strettamente correlata della pubblicità sui motori di ricerca (SEA) e altri canali di pull marketing. "E alla fine c'è la gestione coordinata e armonizzata del marketing, della comunicazione e delle vendite attraverso tutti i canali, le campagne e i media verso una costruzione sostenibile del marchio", dice Blattmann, che ha lavorato attraverso questo processo con un certo numero di clienti e li ha supportati lungo il percorso. A Blattmann piace citare Marcus Tandler, un veterano della scena SEO: "La garanzia per una classifica top 10 in Google è uno spot televisivo onnipresente". Questo dice davvero tutto.


10 tendenze SEO

da Olivier Blattmann, Iqual

Per i cercatori

1 - Più query di ricerca parlata su Google.

2 - Molte più domande "W", alimentate dalla tendenza della lingua.

3 - La generazione Y e Z vuole essere intrattenuta con immagini in movimento.

4 - L'informazione breve e veloce evoca la controtendenza del "contenuto lungo".

Per i motori di ricerca

5 - "Core Web Vitals" diventano criteri di classificazione.

6 - L'indicizzazione mobile-first è implementata da Google.

7 - L'intelligenza artificiale negli algoritmi di classificazione classifica i risultati di ricerca e aiuta a ottimizzare permanentemente i risultati.

8 - Google è quotata in borsa e quindi deve a tutti gli azionisti uno sviluppo positivo. Pertanto, le offerte precedentemente gratuite potrebbero presto essere soggette a tasse.

Per le aziende

9 - Per far fronte alla complessità dell'ottimizzazione dei motori di ricerca, le aziende stanno professionalizzando i loro sforzi SEO.

10 - Le aziende avanzate fanno affidamento su un'ottimizzazione dei motori di ricerca sostenibile, scalabile e basata sui dati.


"Il SEO fornisce il 30% del traffico del nostro sito web"

L'industria dei viaggi e delle vacanze è stata duramente colpita dalla crisi di Corona. L'innovazione digitale è più che mai necessaria per rimanere visibili, come dimostra l'esempio di ITS Coop Travel. Robert Wildi di m&k in un'intervista con Marcel Eisele, responsabile marketing e vendite di ITS Coop Travel.

m&kAi tempi di Corona, quasi nessuno va più all'agenzia di viaggi. Come farsi trovare in rete come fornitore di vacanze?

Marcel Eisele: Soprattutto per gli operatori turistici, è molto importante in questi tempi essere presenti sull'intero viaggio del cliente. Prendiamo questo a cuore. Con il maggior numero possibile di punti di contatto fisici e digitali, ITS Coop Travel genera molta attenzione e traffico web.

 

Come si progettano questi punti di contatto?

Nella pubblicità, ci affidiamo molto agli strumenti online come SEA, SEO, display advertising, affiliati, email marketing, social media e content marketing. Nell'area del SEO, investiamo molto nell'ottimizzazione on-page, poiché questo è un modo efficace per guidare il traffico verso il sito web. Il SEO richiede disciplina, perseveranza e ottimizzazione costante. Attualmente stiamo lavorando su pagespeed, tempi di caricamento più veloci e ottimizzazione mobile per migliorare ulteriormente l'esperienza dell'utente. Per fare questo, usiamo il rapporto Core Web Vitals di Google. Ci stiamo anche concentrando sul content marketing come un'altra tecnica SEO. La ricerca vocale è qualcosa che monitoriamo.

 

Quali sono i contenuti che riproduce? Le descrizioni e i prezzi degli hotel sono ancora sufficienti per i clienti?

Oltre a un buon rapporto qualità-prezzo e una descrizione dell'offerta, le valutazioni, le mappe delle località e le informazioni sulla destinazione e sul clima sono ormai obbligatorie. Inoltre, comunichiamo i nostri vantaggi come fornitore di viaggi, offrendo, ad esempio, condizioni di riprenotazione e cancellazione molto vantaggiose e i numerosi vantaggi della Supercard Coop, che è esclusiva del settore.

 

Un SEO funzionante assume una funzione commerciale centrale per un fornitore di pacchetti turistici come ITS Coop?

Per noi, il SEO è davvero molto importante e fornisce circa il 30% del traffico del sito web in un anno normale. Inoltre, abbiamo un tasso di conversione superiore alla media.

(Visitato 399 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento