"Zurigo è la seconda città con il maggior numero di membri di LinkedIn in tutta la regione DACH"

LinkedIn sta aggiungendo annunci video al newsfeed alla sua offerta di contenuti sponsorizzati. Alexandra Kolleth, direttore di Marketing Solutions e membro del comitato esecutivo di LinkedIn Germania, Austria e Svizzera, spiega il contesto in un'intervista.

linkedin

La nuova offerta è destinata a soddisfare la domanda di annunci video nel settore B2B, secondo LinkedIn. Un sondaggio condotto dall'azienda tra i marketer tedeschi ha mostrato che le aziende hanno posto una forte attenzione sugli annunci video B2B nel 2017. Il 67% voleva usarli per aumentare la percezione positiva del marchio, e lo stesso numero voleva generare lead di vendita. Il 45 per cento ha promosso prodotti e servizi nei loro video.

I marketer B2B dovrebbero ora beneficiare di un'ampia gamma di opzioni di gruppi target. In particolare, possono definire esattamente quali membri i loro annunci video dovrebbero raggiungere in base a criteri come il titolo di lavoro, l'anzianità, il nome della società, il settore o il profilo delle competenze.

Werbewoche: Fino ad ora, bisognava incorporare i video tramite YouTube. Con Native, questo è ora possibile direttamente. Possiamo aspettarci valori migliori ora?

Alexandra Kolleth: I nostri membri sono in grado di incorporare i video nel loro newsfeed o blogpost su LinkedIn dalla metà del 2017. Il nostro valore aziendale principale è "i membri prima di tutto" - in altre parole, se non offriamo ai nostri membri prodotti interessanti e non creiamo coinvolgimento sulla piattaforma, non avremo clienti aziendali. E dato che il business aziendale rappresenta circa il 90% delle nostre entrate, i membri prima di tutto è un valore fondamentale per noi. La nostra nuova offerta per i commercianti - l'inclusione di annunci nel nostro newsfeed - include ampie opzioni di targeting basate sui dati dei nostri membri, modelli di fatturazione variabili e metriche accurate. I marketer possono definire esattamente ciò che vogliono ottenere con la campagna, che si tratti di generazione di lead, numero di visualizzazioni o visite alla homepage. Di conseguenza, sono disponibili modelli di fatturazione che sono calcolati in base ai valori di costo al minuto, costo per clic o costo per visualizzazione. I dati dettagliati sull'impegno sono disponibili per la valutazione, aiutando le aziende a capire il loro gruppo target e ad aumentare il ROI. Inoltre, il monitoraggio delle conversioni da LinkedIn può essere utilizzato per tracciare il numero di lead generati, nuove iscrizioni, visualizzazioni del sito web e altre interazioni. È anche possibile ricorrere ai Lead Gen Forms di LinkedIn. I moduli, precompilati con i dati del profilo, forniscono un'esperienza utente senza soluzione di continuità e aiutano le aziende a generare rapidamente lead di alta qualità.

Quali sono i formati possibili, come ad esempio il formato verticale?

LinkedIn supporta gli annunci video orizzontali in formato MP4.

Ci sono delle restrizioni per quanto riguarda la lunghezza?

Gli annunci video su LinkedIn dovrebbero durare tra i tre secondi e i 30 minuti. Tuttavia, è consigliabile non spingere questo al limite. I video di maggior successo sono lunghi al massimo 15 secondi. La cosa più importante dovrebbe essere vista nei primi dieci secondi, perché da questo punto in poi l'attenzione dello spettatore cala. Soprattutto su una piattaforma aziendale come LinkedIn, i video si distinguono dalla folla e aiutano a visualizzare i messaggi aziendali - questo è confermato anche dalla gestione dei social media di KLM Royal Dutch Airlines.

Anche LinkedIn sta progettando dei formati di storytelling?

Il content marketing è estremamente efficace su LinkedIn. Le campagne che durano per anni e creano un imbuto di vendita a lungo termine sono il nostro pane quotidiano. I vantaggi della nostra piattaforma: La maggior parte dei nostri membri fornisce dettagli come regione, settore, anzianità e titolo. I dati sono per lo più accurati e aggiornati, poiché i nostri membri vogliono fare rete con gli altri, cioè essere trovati. Di conseguenza, il targeting su LinkedIn è molto preciso. Inoltre, i membri qui si muovono in un contesto aziendale e hanno una "mentalità" corrispondente. Le pubblicità per i white paper sull'Industria 4.0 non sembrano quindi fuori posto tra le foto di gatti e vacanze.

Quanti profili LinkedIn ci sono in Svizzera?

LinkedIn ha undici milioni di membri nella regione di lingua tedesca e ha continuato la sua crescita dall'inizio del 2015. Il motivo della crescita costante: LinkedIn investe in modo sostenibile nella regione e realizza i desideri dei suoi membri e clienti sulla piattaforma. Per esempio, LinkedIn ha lanciato la sua nuova funzione "Career Tips & Mentoring" nel febbraio 2018. Già nel dicembre 2017 è stato introdotto il confronto salariale, con il quale i membri possono informarsi in dettaglio sulle strutture salariali sulla base di dati autoaggiornati. La Svizzera gioca un ruolo chiave in questo. Zurigo, per esempio, è la seconda città con il maggior numero di membri di LinkedIn in tutta la regione DACH. Inoltre, grandi aziende svizzere come Credit Suisse, Nestlé o Swiss Re si affidano alle nostre soluzioni di reclutamento e marketing e lavorano con noi in tutto il mondo. Direi addirittura che quando abbiamo iniziato nella regione di lingua tedesca nel 2011, la Svizzera era il mercato più importante. La Germania e l'Austria hanno recuperato solo negli ultimi anni.

Quale forma di pubblicità consiglia agli inserzionisti svizzeri?

I formati video sono significativamente più popolari tra i membri rispetto ai contenuti statici. Durante la fase beta, più di 700 aziende hanno testato i nostri annunci video, comprese aziende come General Electric e Philips. Il risultato è stato che i membri di LinkedIn dedicano quasi tre volte più tempo agli annunci video che ad altri contenuti. Questo è anche il caso della Svizzera - quindi i video dovrebbero essere integrati nella strategia di marketing anche qui.

Intervista: Beat Hürlimann

(Visitato 18 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento