Corona crisi nel settore della ristorazione: 70 per cento in più di locali in affitto sfitti

Dall'inizio della seconda ondata, sempre più caffè, ristoranti e bar sono vuoti. L'offerta di spazi vuoti per l'affitto di locali gastronomici è a un livello record. Ora che i loro pub hanno chiuso per la seconda volta, molti ristoratori stanno probabilmente rinunciando ai loro locali.

victor-he-9X9K7GJmVlk-unsplash

Da novembre, gli annunci di ristoranti, hotel, bar e caffè sono saliti alle stelle. A gennaio, erano ben il 70% sopra il valore dell'anno precedente, come ha annunciato lunedì la piattaforma immobiliare Immoscout24. Questo significa che gli annunci per ristoranti e bar hanno raggiunto un nuovo massimo.

Secondo l'annuncio, i pub pubblicizzati sono quasi esclusivamente proprietà in affitto. Poiché l'affitto costituisce una parte significativa dei costi fissi, molti ristoratori sono attualmente costretti a rinunciare ai loro locali in affitto, afferma Martin Waeber, capo di Immoscout24.

 

È probabile che gli affitti scendano

Almeno c'è una piccola consolazione per i ristoratori che hanno rinunciato ai loro locali: Quando riaprono un pub, è probabile che gli affitti siano più bassi di prima. Perché da un lato, sempre più pub sono vuoti, dall'altro, anche la domanda di immobili in affitto del settore gastronomico è in calo dall'inizio della seconda serrata.

E secondo gli esperti immobiliari di Immoscout24, questo potrebbe influenzare i prezzi: "Se l'offerta continua ad aumentare e la domanda di questi immobili diminuisce allo stesso tempo, questo potrebbe mettere sotto pressione gli affitti a medio termine", dice Waeber.

 

Nessuna influenza sui prezzi d'acquisto

Un quadro diverso emerge per quanto riguarda i locali di gastronomia in vendita: I proprietari di immobili, a differenza degli inquilini, sono molto meno propensi a separarsi dalle loro proprietà. In ogni caso, secondo Immoscout24, il numero di annunci di immobili in vendita è ancora al livello pre-crisi.

"A causa dei tassi d'interesse più bassi, i proprietari hanno il vantaggio di avere costi più bassi degli inquilini", ha detto Waeber. Inoltre, tali proprietà spesso non consistono solo in aree gastronomiche, ma anche in appartamenti in affitto, che difficilmente risentono della crisi. (SDA)

(Visitato 63 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento