Il capo di Sunrise Krause diventa amministratore delegato della fusione Sunrise-UPC

Il capo di Sunrise André Krause diventerà amministratore delegato della fusione Sunrise-UPC. Dopo il completamento dell'acquisizione di Sunrise, il proprietario di UPC Liberty Global ha nominato il tedesco a capo del nuovo peso massimo nel mercato svizzero delle telecomunicazioni.

Sunrise

André Krause diventa CEO della fusione Sunrise-UPC. (Screenshot: Youtube.com/SCIB)

La mossa segna il ritorno del capo di UPC, Baptiest Coopmans, alla casa madre Liberty Global dopo 10 mesi al timone dell'operatore via cavo svizzero, dove assumerà un ruolo operativo di alto livello, la società americano-britannica ha annunciato in un comunicato lunedì.

Krause è un leader eccezionale con una comprovata esperienza di crescita, innovazione e creazione di valore a Sunrise, ha detto il CEO di Liberty Mike Fries nel comunicato. Egli è qualificato in modo unico per guidare l'integrazione di UPC e Sunrise e implementare i piani di crescita, ha aggiunto. La nomina di Krause era in vista dopo che Coopmans è stato eletto al consiglio di amministrazione di Sunrise una settimana fa.

 

Il ritorno dell'ex capo dell'UPC

Inoltre, il predecessore di Coopmans al vertice di UPC, Severina Pascu, sta tornando in Svizzera. Diventerà vice amministratore delegato e direttore operativo della joint Sunrise-UPC, ha aggiunto Liberty Global. Pascu è stato in precedenza vice amministratore delegato e direttore finanziario di Virgin Media nel Regno Unito. Aveva guidato l'UPC da settembre 2018 a gennaio 2020 (Werbewoche.ch riportato).

Fries ha detto che era entusiasta che Pascu tornasse in Svizzera. È una leader operativa di livello mondiale con una grande esperienza nel mercato svizzero, ha detto. Pascu e Krause sono un "dream team".

Nelle prossime settimane e mesi, sarà determinato l'ulteriore team di gestione e sarà definita la struttura dell'organizzazione comune, ha detto Krause in un'intervista con l'agenzia di stampa AWP. Dopo di che, si deciderà chi avrà il lavoro. "Si possono fare tagli di posti di lavoro solo dopo aver definito i processi. A livello di gestione accadrà prima, a livello di dipendenti più tardi".

La nuova società si chiamerà Sunrise-UPC. Le marche con cui apparirà sul mercato sono ancora in fase di valutazione. "Probabilmente non sarà un solo marchio", ha detto Krause.

Fino a quando l'integrazione non sarà completata all'inizio del prossimo anno, tuttavia, Sunrise e UPC opereranno indipendentemente l'uno dall'altro, ha spiegato Liberty Global. Il gruppo sta quindi portando avanti i suoi piani come aveva annunciato in precedenza.

 

Potenziale concorrente per Swisscom

Insieme, Sunrise e UPC vogliono diventare uno sfidante più potente del top dog Swisscom. Insieme raggiungeranno un fatturato di 3,1 miliardi di franchi e avranno 2,1 milioni di abbonati alla telefonia mobile. Con 1,2 milioni di clienti a banda larga e 1,3 milioni di abbonati alla TV, raggiungeranno una quota di mercato di circa il 30% in ogni area.

Uno scopo della fusione è anche quello di eliminare i rispettivi punti deboli. Sunrise, per esempio, sta ottenendo la propria rete fissa, mentre UPC sta ottenendo una rete mobile.

 

Acquisizione completata

Liberty Global ha completato la sua acquisizione di Sunrise mercoledì scorso con l'acquisto di oltre il 98% delle azioni di Sunrise. Il gigante della rete via cavo aveva fatto l'offerta multimiliardaria per comprare Sunrise in agosto (Werbewoche.ch riportato). Gli azionisti di Sunrise riceveranno 5 miliardi di franchi in contanti. Il secondo gruppo svizzero di telecomunicazioni è valutato a 6,8 miliardi di franchi, debito incluso.

Ora si sta avviando la procedura per l'indennizzo obbligatorio dei restanti azionisti di minoranza (in gergo tecnico "squeeze-out"), le cui azioni devono essere dichiarate nulle. Una volta conclusa questa procedura, le azioni Sunrise saranno delistate dalla SIX Swiss Exchange. (SDA)

(Visitato 265 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento